Veneto

Scuola, gli auguri di Zaia, ma si parte nel caos

“Domani inizia o riprende una grande avventura per i ragazzi e per insegnanti, bidelli, personale amministrativo. Ad ognuno va il mio in bocca al lupo, perché la scuola è stata per tutti noi non solo formazione ma anche un’esperienza che segna tutta la vita. Purtroppo però quest’anno si parte con grandi difficoltà, in una situazione di caos che è il prefetto biglietto da visita di un governo che non riesce nemmeno a gestire la cosa più programmabile del mondo, ovvero l’inizio di un anno scolastico”.

E’ dunque con un augurio ai protagonisti e una bocciatura per il governo che il presidente della Regione Luca Zaia interviene oggi sull’apertura dell’anno scolastico 2016-2017, che per le scuole venete è fissata ufficialmente per domani, “ancora con una grave carenza – dice Zaia – legata alla mancanza di ben 468 insegnanti”.

“E’ una situazione che si perpetua da anni – aggiunge – con insegnanti che mancano, altri che arrivano in Veneto dalla Sicilia per fare qualche ora e viceversa. In realtà, per la scuola non c’è la benchè minima attenzione, a meno che il governo non voglia sostenere che anche questa è un’emergenza”.

“Quindi – conclude Zaia – delle due una: o si fanno le cose per bene o si torna all’apertura a ottobre com’è stato in passato, dedicando il mese di settembre a mettere a posto l’organizzazione sul serio per poi partire davvero, con la squadra al completo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button