Breaking News

Pedemontana, Puppato: “Si rischia un nuovo Mose”

“La Superstrada Pedemontana Veneta sarà realizzata e il governo garantirà che un’opera così importante vada a compimento, ma… sul come e sul chi paga non si può stendere un velo. Non si possono negare o cancellare gli enormi errori commessi in regione Veneto in questi anni, errori che abbiamo più volte denunciato, ricevendo in cambio risposte evasive o addirittura piccate”. Lo dice Laura Puppato, sottolineando come sia forte in molti il timore di “vedere la Pedemontana trasformarsi in un nuovo Mose, o in uno dei tanti project financing insostenibili che negli anni hanno funestato il bilancio della Regione, con grandi costi e ben pochi vantaggi per i Veneti, anziché in un’opera necessaria ai comuni privi di arterie”.

“Ora – continua la senatrice del Pd – gli interrogativi che abbiamo sempre riproposto sono stati analizzati come lacunosi e pericolosi dai giudici della Corte dei Conti, che dovranno far luce su un’opera che si è voluto a tutti i costi trasformare in un’autostrada dove necessitava una superstrada senza pedaggio. Finalmente quindi dovremmo vederci chiaro. I lavori di realizzazione sono ancora ben al di sotto del 20%, lo spiega con dovizia la Corte dei Conti. L’urgenza c’è ma distinguiamo il grano dal loglio perché, viceversa, commetteremmo un errore non chiedendo conto a chi, Zaia e la Regione, doveva occuparsi di contrattualizzare, verificare e vigilare, operare con trasparenza e buon senso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *