Marostica, affluenza record alla Partita a scacchi

“Arrivederci al 7, 8 e 9 settembre 2018”. Si è chiusa con questo invito della presidente dell’associazione Pro Marostica Cinzia Battistello l’edizione 2016 della Partita a scacchi di Marostica a personaggi viventi, in una piazza gremita da figuranti e operatori, per la foto di rito prima dell’ultimo incendio del Castello. Una edizione caratterizzata da molte emozioni, ma soprattutto da una affluenza da record, che ha fatto registrate ben due sold out, nella serate di sabato e domenica.

“Se Yoko Ono ci ha fatto sognare con la sua opera dirompente le cui immagini hanno fatto il giro del mondo in poche ore, la grande formazione della Partita a scacchi è riuscita ancora una volta a trasportarci in un’altra epoca, facendoci rivivere i fasti del passato e soprattutto, con molta generosità, facendoci sentire la forza e l’unione di una comunità” ha commentato il sindaco di Marostica Marica Dalla Valle.

“Non è stato semplice – ha aggiunto il sindaco -, in tempi così complicati, gestire in sicurezza le migliaia di persone che sono arrivate in città ma, grazie alla collaborazione della forze dell’ordine e dei cittadini, credo che siamo riusciti ad offrire al pubblico e ai marosticensi una città sicura ed ordinata, salvaguardando la magica atmosfera di questi giorni irripetibili. I ringraziamenti commossi dei numerosi ospiti nazionali ed internazionali ci inorgogliscono e ci invitano a valorizzare sempre meglio il patrimonio inestimabile della Partita a scacchi e della Città di Marostica”.

“In questa edizione – ha spiegato Cinzia Battistello – si è avvertita tanta attenzione da parte del pubblico, dei partner, dei media, che l’hanno coronato come uno degli eventi più importanti della scena non solo nazionale. Quasi 15 mila i biglietti venduti per i quattro spettacoli. È davvero un risultato straordinario per uno spettacolo dal vivo, frutto del lavoro di tante persone che vorrei ringraziare una ad una, dai figuranti, ai tecnici, ai tanti volontari che hanno offerto il loro tempo e impegno, dimostrando davvero un amore sconfinato per la propria città. Ringrazio anche tutti i componenti del direttivo della Pro Marostica che in questi mesi hanno lavorato con il regista Maurizio Panici per rendere lo spettacolo sempre più emozionante, professionale e al passo con i tempi, dal punto di vista tecnico, organizzativo e scenico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *