Sport

Calcio Serie B, il Vicenza sconfitto ad Ascoli

Notte fonda per il Vicenza che, ad Ascoli, ieri sera, è uscito sconfitto al termine di una prestazione anonima, finendo la gara in dieci uomini per il cartellino rosso rimediato da Adejo, al 66′. L’episodio che mette fine alla partita è stato proprio l’espulsione del difensore, che ha atterrato Gatto in area con il conseguente calcio di rigore a favore della squadra avversaria. Il Lane non ha convinto e lo stesso Lerda non nasconde il suo disappunto per la brutta prestazione della sua squadra. Del resto Lanna, il portiere dell’Ascoli, ha fatto ben poco, dato che i veneti non hanno, di fatto, mai tirato nella porta avversaria. Sono tante cose da sistemare dunque in casa biancorossa, a partire dalla difesa, dove Zaccardo si è è fatto sopraffare dagli avversari che hanno tentato le incursioni sempre nella sua fascia. La vittoria dell’Ascoli è stata quindi meritata

Venendo alla cronaca del match, la partita si apre con un tiro di Raicevic, che non crea problemi, e con l’Ascoli vicino al vantaggio dopo una disattenzione di Benussi su calcio di rinvio. Al 9′ la prima azione pericolosa dei padroni di casa, con Gatto che salta Zaccardo e prova il tiro. Bogdan è bravo a salvare sulla linea di porta. I marchigiani danno il via ad azioni insidiose e al 27′ vengono premiati.

L’azione del gol nasce da un errore di Vita che perde palla a centrocampo, Cacia recupera e serve Gatto, il traversone viene però sporcato da Benussi e finisce sui piedi di Carpani che da pochi passi non sbaglia. Il Vicenza perde subito la fiducia e Gatto, al 34′, prova la conclusione ma Benussi blocca la sfera. In campo si vede solo il pressing dell’Ascoli.

Nella ripresa Lerda prova a cambiare qualcosa e fa entrare Fabinho al posto dell’ inguardabile Vita. Il Vicenza va subito in attacco: al 48’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Rizzo calcia al volo e spedisce il pallone di poco a lato. La reazione dell’Ascoli non tarda ad arrivare, con Carpani che mette i brividi a Benussi tirando sul primo palo ma il portiere è attento e respinge coi pugni. Si vede tanta imprecisione nella manovra biancorossa e poca concentrazione, cose che notano gli avversari, vicinissimi al raddoppio al 64′ quando Cacia colpisce la traversa.

Le cose per il Lane dunque si mettono male. Ancora di più al 65’, quando Gatto, lanciato in area, viene steso da Adejo. Per l’arbitro non ci sono dubbi: cartellino rosso e calcio di rigore a favore dei padroni di casa. Dal dischetto parte Cacia che calcia alla destra di Benussi e trasforma il penalty. Dopo il raddoppio l’Ascoli pare non accontentarsi e prima va vicino al tris con Cassata, poi con Gatto. Il Vicenza sembra rimasto negli spogliatoi, come nel primo tempo, ed è protagonista di una prestazione molto lontana rispetto a quella vista a Salerno.

La vittoria contro la Salernitana sembrava aver alzato il morale della squadra ma la bruciante sconfitta contro l’Ascoli ha di nuovo fatto sprofondare i biancorossi negli abissi. Ci sono tante cose da rivedere, ma bisognerà farlo subito.

ASCOLI-VICENZA 2-0

ASCOLI (4-3-3): Lanni; Pecorini, Mengoni, Cinaglia (60′ Gigliotti), Mignanelli; Bianchi, Carpani, Cassata (76′ Giorgi); Orsolini, Cacia, Gatto (86′ Jaadi). A disp.: Ragni, Perez, Addae, Hallberg, Favilli, Almici. All. Aglietti.

VICENZA (4-2-3-1): Benussi; Zaccardo, Adejo, Bogdan, Pucino; Signori; Rizzo (76′ Bellomo); Siega, Vita (46′ Fabinho), Galano; Raicevic (53′ Cernigoi). A disp.: Vigorito, Fontanini, Renny, Esposito, Di Piazza, Bianchi. All. Lerda.

ARBITRO: Piccinini di Forlì.

MARCATORI: 27′ Carpani (A), 67′ rig. Cacia (A)

NOTE: serata fresca, terreno in buone condizioni. Espulso Adejo (V). Ammoniti: Cassata, Pecorini, Cinaglia, Pucino (A), Raicevic, Zaccardo (V) tutti per gioco scorretto. Recupero: pt 2′, st 5′.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button