Breaking News

Brexit, Russia, Turchia. Ne parla Confindustria Vicenza

“Brexit, Russia, Turchia: lavorare con l’estero nell’età dell’incertezza”, è questo il tema del convegno che si terrà martedì 20 settembre, a Vicenza, alle 10, presso la sede di Confindustria, ovvero a Palazzo Bonin Longare.  “Il cambiamento improvviso degli scenari internazionali – spiegano gli industriali vicentini in una nota di presentazione dell’evento – è ormai da considerarsi una costante e, per non essere travolti, è necessario dotare la propria cassetta degli attrezzi di conoscenze, metodi e strumenti per affrontare l’incertezza. Per questo SistemAperto, il network composto dalle Confindustrie di Vicenza, Padova e Treviso propone questo incontro di approfondimento”

Interverranno Paolo Magri, vicepresidente operativo e direttore di Ispi, e Alessandro Terzulli, responsabile dell’area economica di Sace. “Il monitoraggio dei mercati – sottolinea Remo Pedon, vicepresidente di Confindustria Vicenza con delega ai mercati esteri – deve essere sempre più frequente e costante perché a condizionare le dinamiche del commercio internazionale sono sempre più gli imponderabili fattori delle crisi politiche che sembrano svilupparsi con una frequenza e con una velocità un tempo sconosciuti anche in paesi su cui mai avremmo pensato di vivere momenti di apprensione. Ne sono esempio la Brexit o quanto è accaduto in Turchia”.

“Oggi – continua Pedon – non esiste scenario immune dal rischio di perdere rapidamente quote importanti del mercato per cause del tutto indipendenti dalle nostre imprese. Occorre dunque raddoppiare le attenzioni, essere sempre più informati e coscienti dei movimenti globali e delle conseguenze che possono produrre, e continuare a puntare su due peculiarità che possono essere la nostra vera forza: la flessibilità e la diversificazione del nostro export”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *