ProvinciaVicenzareport

Bassano, partono i lavori sul Ponte degli Alpini?

Salvo nuovi intoppi il restauro del Ponte degli Alpini, a Bassano del Grappa, dovrebbe finalmente poter iniziare, ad opera della ditta Nico Vardanega di Possagno. Oggi è stata infatti pubblicata la sentenza del Tribunale amministrativo regionale, Tar, dello scorso 6 luglio relativa al ricorso presentato dalla società trevigiana, che si era vista prima affidare, nel dicembre 2015, e poi togliere, dopo una verifica, l’appalto per le opere di restauro.

Dopo la revoca dell’appalto, nel febbraio 2016 i lavori erano stati assegnati alla Inco srl di Pergine Valsugana, alla quale, lo scorso maggio era stato consegnato il cantiere. Ma gli attesi e necessari interventi di ripristino e di consolidamento del manufatto bassanese avevano subito una nuova battuta d’arresto: il Consiglio di Stato aveva infatti accolto il ricorso sulla sospensiva della firma del contratto, presentata dalla Vardanega, in attesa dell’udienza di merito del Tar.

Tornando al presente, “la sentenza pubblicata oggi – spiega una nota diramata in proposito – accoglie di fatto il principio inserito nella premessa dell’ordinanza del Consiglio di Stato, riconoscendo la titolarità ad eseguire i lavori alla Nico Vardanega, e obbliga così il Comune di Bassano alla stipula del contratto con la società trevigiana”.

“E’ una sentenza – ha sottolineato il sindaco, Riccardo Poletto – che toglie dall’incertezza e conclude un lungo periodo di attesa che ci aveva obbligato alla decisione di procedere con interventi di somma urgenza. Avere questa risposta all’inizio del mese di luglio ci avrebbe permesso di operare nel corso dell’estate, ma in ogni caso speriamo che ora, perlomeno, si possa procedere con un po’ più di chiarezza”.

“L’intervento sul ponte – ha aggiunto l’assessore alla cura urbana, Roberto Campagnolo – è troppo delicato e importante per non richiedere anche il controllo più minuzioso da compiere, talvolta, nell’incertezza di un sistema normativo poco chiaro, soprattutto in tema di opere pubbliche. Preso atto della sentenza, nei prossimi giorni procederemo agli ulteriori passaggi necessari all’avvio del cantiere, sperando che non ci siano ulteriori ricorsi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button