Breaking News
Giulia Gatti, play del Famila Schio, contrastata da Angela Gianolla, regista di San Martino di Lupari
Giulia Gatti, play del Famila Schio, contrastata da Angela Gianolla, regista di San Martino di Lupari

Basket, seconda vittoria del Famila nel “Città di Schio”

Sudata vittoria per il Famila Wuber Schio nella seconda giornata del trofeo quadrangolare giocato martedì e mercoledì al PalaRomare. Nella partita di ieri sera infatti le arancioni, pur senza Yacoubou, Macchi e Miyem, hanno avuto la meglio. 62-54 è stato il risultato finale ottenuto alle spese di un combattivo Fila San Martino di Lupari. Prima, nella gara delle 18, la Reyer Venezia ha superato l’Uniqa Sopron, per 60-52, concludendo dunque questo torneo “Città di Schio” con due vittorie, così come le arancioni.

Passando ad una breve cronaca, la prima marcatura del match è di Sulciute, che lasciata sola in mezzo all’area trova il fondo della retina 0-2. Capitan Masciadri e Bestagno, ribaltano il fretta la situazione, 5-2 e poi, grazie agli acuti di Gatti, Sottana e Zandalasini, Schio va alla prima mini pausa con un vantaggio considerevole, 20-8.

In apertura di seconda frazione, sul 23-11, le Lupe piazzano un break di 6-0, che le porta a -6, 23-17. Tanti errori, palle perse, recuperate e poi perse di nuovo, fotografano i minuti centrali di questo parziale, che si chiude comunque con le arancioni in testa, anche se rispetto alla prima sirena, il vantaggio si è ridotto, 33-24.

Dopo l’intervallo lungo, cinque punti del Fila, 33-29, spingono coach Mendez a chiamare subito un time out per mettere ordine in campo. Le arancioni recepiscono le indicazioni del tecnico galiziano e in una manciata di minuti ripristinano la doppia cifra di vantaggio, 42-31. Sul finire del quarto però, grazie a Keys e a Fabbri, le giallonere recuperano e, dal 46-39, chiudono la frazione con sole 4 lunghezze di ritardo, 48-44.

Una carrellata di errori al tiro apre gli ultimi dieci minuti dell’incontro. Il primo canestro, di Sottana, arriva infatti dopo due minuti e mezzo, di gioco 51-44. Un Fila concreto aggancia Schio sul 51-51, ma poi non ha la forza di fare un balzo in avanti. Per circa cinque minuti, infatti, sono solo le scledensi a far avanzare il tabellone, 60-51. La tripla di Sulciute potrebbe riaprire la partita, 60-54, ma il tempo sul cronometro è agli sgoccioli. Due personali di Anderson chiudono infatti la contesa sul 62-54.

Schio: Martinez 9, Yacoubou ne, Gatti 9, Miyem ne, Tagliamento ne, Anderson 13, Masciadri 3, Zandalasini 4, Sottana 17, Ress 4, Macchi ne, Bestagno 3

San Martino di Lupari: Mahoney 13, Filippi 5, Amabiglia 2, Fietta 2, Fassina 2, Bailey ne, Keys 3, Sulciute 14, Gianolla 2, Sbrissa 4, Fabbri 7

Nell’incontro delle 18, Reyer Venezia – Uniqa Sopron, le orogranata hanno dovuto faticare ben più di ieri per avere la meglio sull’avversaria (60-52 il risultato finale). Dopo il 9-0 iniziale, infatti, le magiare tornano in partita, anche se non hanno mai agganciato le ragazze di coach Liberalotto. A metà gara, le lagunari conducono per 34-20. Poi, nel terzo parziale, Sopron, trascinato da Hatar e da Drammeh, gioca meglio di Venezia, che può comunque contare sui canestri di Ruzickova, Fontenette e di Walker per mantenere il comando 48-39. Negli ultimi dieci minuti le ungheresi riescono a recuperare un solo punto sulle avversarie, così la partita si chiude sul 60-52.

Venezia: Micovic 7, Melchiori 5, Sandri 4, Cubaj 4, Ruzickova 13, Madera 3, Togliani A. 1, Togliani G., Fontenette 10, Walker 10, Favento 3

Sopron: Fegyverneky 4, Bakò ne, Weniger 9, Drammeh 10, Crevendakic 8, Czukor ne, Hatar 9, Borondy, Turner 8, Dubei 4

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *