Provinciavicenzareport

Zanè-Marano, sbarre per evitare la sosta delle roulotte

Le amministrazioni comunali di Zanè e di Marano Vicentino stanno lavorando assieme per trovare una soluzione al problema della permanenza di camper e roulotte di nomadi nella zona compresa tra via Santa Maria, a Marano, e via Ca’ Bianca, a Zanè. Lo stazionamento delle roulotte avviene anche in violazione della proprietà privata di chi coltiva i campi e gli orti in quell’area. Senza contare che, dopo la loro permanenza, la zona è lasciata in stato di degrado, con immondizia, suppellettili, arredi e ingombri vari.

“Per arginare questa situazione – spiega una nota diramata in proposito dalle amministrazioni coinvolte – è nato un tavolo di lavoro per la messa in sicurezza del territorio e per garantire ai proprietari la cura delle zone agricole. Il risultato è la decisione di posizionare due sbarre, una nel territorio di Marano e l’altra in quello di Zanè”.

E nei giorni scorsi sono state posizionate le sbarre, chiuse con un lucchetto. L’ingresso è consentito solo ai mezzi agricoli dei proprietari dei terreni agricoli annessi, ai quali si stanno consegnando le chiavi e, attraverso un apposito passaggio, è consentito il passaggio a biciclette e pedoni. In caso di bisogno, avranno accesso all’area anche i pompieri, le forze dell’ordine e gli operatori del sistema sanitario.

“Mettere in sicurezza l’area – ha sottolineato il sindaco di Marano, Piera Moro – era molto importante e il raggiungimento di questo obiettivo si è ottenuto solo grazie alla condivisione tra le due amministrazioni coinvolte, e all’operosità concreta portata avanti con il Comune di Zanè. È un’altra dimostrazione del fatto che lavorare insieme dà un valore aggiunto che riesce, a partire dalle piccole cose, a dare grandi risultati”.

“Insieme – ha poi aggiunto il sindaco di Zanè, Roberto Berti – abbiamo trovato una soluzione valida, che permette l’accesso agli agricoltori, pur mettendo in sicurezza la zona. Allo stesso modo, stiamo predisponendo la messa in sicurezza anche altre aree, in collaborazione con il Comune di Thiene”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button