Vicenzavicenzareport

Vicenza, più stringenti le norme anti inquinamento

Si fanno più stringenti, a Vicenza, le norme a contrasto dell’inquinamento atmosferico. In realtà, si tratta soprattutto di misure che da transitorie diventano permanenti, come il blocco della circolazione dei mezzi più inquinanti, dal 15 ottobre al 15 aprile. Tra le novità c’è invece l’introduzione dell’obbligo, per i negozi, di chiudere le porte durante l’inverno e il divieto di circolazione dei veicoli euro 3 a gasolio in centro città e in caso di sforamento per tre giorni consecutivi del tetto dei 100 microgrammi per metro cubo d’aria.

A richiedere il “salto di qualità” è comunque la stessa Regione Veneto, che ha elaborato il Piano di tutela e risanamento dell’atmosfera. Nel dettaglio, la Regione ha fissato tre livelli di criticità rispetto al Pm10: il livello zero, che richiede iniziative strutturali semi permanenti ai Comuni; il livello uno, con azioni di sensibilizzazione e informazione a carico di Arpav in caso di superamento per sette giorni consecutivi del valore limite giornaliero del Pm10, pari a 50 microgrammi per metro cubo d’aria; il livello due, che prevede azioni emergenziali dei Comuni in caso di tre giorni consecutivi di superamento del doppio del limite giornaliero del Pm10.

A fronte della nuova codificazione introdotta della Regione, e considerato che dall’inizio dell’anno ad oggi sono già 33 i superamenti registrati in città del limite giornaliero del PM10, il Comune di Vicenza ha deciso di introdurre, dal 15 ottobre al 15 aprile di ogni anno, lo spegnimento degli autobus quando sono fremi al copolinea, capilinea, dei motori dei veicoli merci durante le fasi di carico e scarico, degli autoveicoli in sosta a particolari semafori o ai passaggi a livello.

Ed ancora, vi saranno la riduzione delle temperature massime per il riscaldamento civile ed il divieto di spreco energetico nelle attività commerciali, come appunto le porte aperte nei negozi per evitare dispersioni termiche. Rimangono in vigore i divieti già previsti per la combustione delle biomasse. Prosegue inoltre la promozione di una sensibilità ecologica nelle scuole, a cui si aggiungono le iniziative per favorire il movimento degli alunni e ridurre l’uso delle auto negli spostamenti tra casa e scuola. Confermata anche l’organizzazione delle domeniche senz’auto in primavera e in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile. La prossima sarà domenica 18 settembre.

naturalmente vi sarà anche un adeguamento della segnaletica stradale.“Basta – ha sottolineato l’assessore alla mobilità, Antonio Dalla Pozza, – con cartelli stradali posticci, posizionati a terra per indicare i blocchi invernali per i veicoli più inquinanti. Dall’autunno di quest’anno cartelli permanenti installati lungo la circonvallazione esterna indicheranno il divieto di circolazione, dal 15 ottobre al 15 aprile, dei veicoli euro 0 ed euro 1 , sia benzina che diesel, mentre alle porte del centro storico appariranno stabilmente i divieti anche per gli euro 2 diesel”.

“Presto – ha poi concluso Dalla Pozza – condivideremo  queste misure con gli altri 26 comuni che fanno parte dell’agglomerato urbano di Vicenza, che hanno quale riferimento, come stabilito dalla Regione, la centralina posizionata nel nostro territorio: quindi, se l’aria non è buona a Vicenza, non lo è in una fascia di territorio che va da Valdagno a Lonigo, da Crespadoro a Montecchio Maggiore, e che comprende tutti i comuni contermini al capoluogo. Spiace però constatare come, oltre a questo e a distanza di quasi un anno dall’emergenza inquinamento scattata lo scorso anno, non vi sia più traccia né degli esiti del tavolo tra le Regioni del nord Italia, né di iniziative che intervengano dove i comuni non hanno competenza (come ad esempio nei confronti delle attività produttive), né dei decreti attuativi che dovevano stabilire le modalità di erogazione dei 35 milioni di euro stanziati dal governo a favore della mobilità sostenibile”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button