Breaking News

Vicenza, novità importanti per viale Rodolfi

Nuovo asfalto, due fermate dei bus senza dislivelli e con pensilina “intelligente”, che indica l’orario di arrivo dei mezzi pubblici e un semaforo a servizio esclusivo delle ambulanze in servizio di emergenza. Ecco come si presenterà, da settembre, viale Rodolfi, a Vicenza, la strada che, di fatto, costituisce l’unico accesso al pronto soccorso dell’ospedale San Bortolo.

Una delle novità attese lungo questa importante arteria della circonvallazione interna, che sarà riasfaltata per intero, grazie al cantiere avviato alcuni giorni fa, è un semaforo ad uso dei mezzi di emergenza. Per consentire l’uscita e l’accesso con maggiore sicurezza e prontezza delle ambulanze in emergenza, verrà infatti installato un semaforo che funzionerà solo a chiamata, tramite telecomando, da parte degli stessi mezzi di soccorso, che farà scattare il rosso per le auto che percorreranno viale Rodolfi in entrambi i sensi di marcia.

Passando, poi, alle fermate dei bus, quelle di fronte all’ospedale saranno le prime due fermate del trasporto pubblico locale realizzate in città sul modello di tipo metropolitana, cioè con banchina rialzata per l’incarrozzamento degli utenti senza dislivelli tra predellino del bus e piano del marciapiede. Le due fermate opposte, poi, saranno raccordate ai marciapiedi e dotate di rastrelliere per biciclette e di pensiline tecnologicamente avanzate, che verranno installate a cura di Svt.

“Sarà una sperimentazione – ha precisato questa mattina l’assessore alla progettazione e sostenibilità urbana, Antonio Dalla Pozza, illustrando il progetto –, adottata su sollecitazione del gruppo di lavoro ‘Peba’, per l’abbattimento delle barriere architettoniche, che introduciamo alla fermata dell’ospedale, perché è quella a maggior necessità di accessibilità da parte dell’utenza debole. L’assenza di dislivelli permetterà infatti di salire a bordo dei bus, senza assistenza, agli utenti in sedia a rotelle e a quelli con i passeggini. E non escludiamo di introdurre queste fermate anche in altri luoghi sensibili della città”.

“Le novità – spiega una nota diramata in proposito da Palazzo Trissino -, richiedono l’allargamento del marciapiede verso il parcheggio di circa 70 centimetri, in modo da garantire un percorso da e verso l’ospedale senza intralci. Anche dall’altra parte, sul fronte degli edifici, l’attuale banchina verrà asfaltata e raccordata alla fermata, così da rendere sicuro il transito dei pedoni. Verrà inoltre realizzato un nuovo attraversamento pedonale, oltre a quello già presente e rialzato, per collegare le due fermate con un percorso di attraversamento dotato della pavimentazione tattile per ipovedenti e ciechi”.

L’allargamento del marciapiede e la realizzazione delle due fermate, comporteranno una leggera riduzione dell’ampiezza di viale Rodolfi, ad uso della normale circolazione stradale, e della larghezza della corsia di manovra del parcheggio, senza però alcuna riduzione dei posti disponibili.

Tornando alle novità, che miglioreranno la percorribilità e la fruibilità di via Rodolfi, verrà ottimizzato l’accesso al parcheggio Rodolfi nord, ad oggi dotato di un unico varco per ingresso e uscita, cosa che crea incolonnamenti su viale Rodolfi, con pericoli e ritardi anche per le ambulanze, data la vicinanza dell’accesso al pronto soccorso. Il progetto prevede infatti la realizzazione di due distinti varchi, uno per l’ingresso e uno per l’uscita, con obbligo di svolta a destra. La nuova uscita consentirà una migliore visibilità, oggi preclusa dai platani.

Per finire, in occasione dell’asfaltatura di viale Rodolfi e della sistemazione della viabilità, verrà vietata la sosta negli spazi tra gli alberi lungo la curva di viale Rodolfi in direzione di porta santa Lucia, a causa della pericolosità delle manovre per l’accesso e l’uscita dagli stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *