Vicenzavicenzareport

Susanna Camusso a Vicenza. Ecco cosa ha detto

Dal referendum sulla riforma costituzionale al dissesto della Banca Popolare di Vicenza, dalla Brexit ai problemi della scuola, che poche volte sono stati evidenti e drammatici come adesso. Per finire con il terremoto che ha colpito l’Italia centrale  nei giorni scorsi, con le problematiche, le polemiche per l’approssimazione nel costruire e le miserie che drammi come questo, nel Bel Paese, sempre si portano dietro. E poi soprattutto il problema endemico del lavoro, quel lavoro che è troppo difficile trovare, soprattutto per i giovani, che spesso si perde, e che ormai da anni è sotto attacco, con i diritti dei lavoratori che si riducono sempre più.

Questi ed altri temi sono stati oggi al centro della giornata a Vicenza di Susanna Camusso, segretaria generale nazionale della Cgil, impegnata prima in un attivo con i delegati ed i vertici della Camera del lavoro vicentina, poi in un incontro al festival Fornaci Rosse, per l’intervista con il direttore del Giornale di Vicenza Ario Gervasutti.

L’attivo sindacale della Cgil con la sua leader nazionale si è tenuto nel primo pomeriggio, all’Alfa Hotel di Vicenza, in una sala gremita, nella quale faticavano a trovar posto gli oltre trecento convenuti. A fare gli onori di casa c’era il segretario provinciale della Camera del lavoro, Giampaolo Zanni, che in un lungo intervento di apertura del convegno ha spaziato sui molti problemi che la realtà vicentina si trova ad affrontare in questi anni.

I problemi del mondo del lavoro, certo, la sempre insidiosa questione della contrattazione con il mondo delle imprese, i rapporti, a volte agevoli, altre meno, con Cisl e Uil. Ma Zanni si è soffermato, rendendone partecipe Susanna Camusso, anche su problematiche più ampie, come quelle ambientali ad esempio, portando il caso della questione dell’inquinamento della falda idrica da Pfas, o quelle urbanistiche, a cominciare dalla realizzazione del nodo vicentino per l’Alta velocità ferroviaria.

Sicuramente, c’è comunque un denominatore comune sul quale tutti sembrano essere d’accordo: la ripresa autunnale sarà particolarmente difficile, su tutti fronti. Prima del convegno nella sala dell’Alfa Hotel Susanna Camusso si è concessa ai microfoni dei giornalisti, rispondendo a molte domande mirate e di stretta attualità. Abbiamo registrato in audio le sue parole, e vi proponiamo questa intervista nell’audiolettore in altro nella pagina, sopra la foto di apertura. Cliccare sul simbolo play per ascoltare.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button