Senza categoria

Scoperto un pianeta simile alla Terra

Questa settimana è stata annunciata la scoperta di un possibile sosia per la nostra Terra, un pianeta roccioso a pochi anni luce di distanza, sulla cui superficie si ipotizza persino la presenza di acqua. L’interessante notizia è stata resa ufficiale durante una conferenza nei pressi di Monaco di Baviera, a Graching, la sede dell’Eso (European Southern Observatory) da un gruppo di astronomi alla cui testa troviamo Guillem Anglada-Escudé dell’università Queen Mary di Londra.

Il pianeta ruota attorno a Proxima Centauri, la stella più vicina a noi, e ha una massa pari 1.3 volte rispetto quella della Terra. Compie un’orbita di appena 11 giorni e questo è dovuto alla notevole vicinanza nei confronti della stella, malgrado ciò le escursioni termiche del pianeta e le sue temperature, si crede, non sono particolarmente elevate e ciò lo rende adatto a contenere oceani liquidi.

Questo è dovuto al fatto che Proxima Centauri non è che una nana rossa, ovvero una stella molto piccola (supera di poco le dimensioni di Giove). In effetti, le nane rosse brillano con poca intensità, ed essendo piccole di dimensioni, forniscono anche meno calore ai pianeti dei loro sistemi. Sarà comunque solo dopo aver accertato la presenza di un’atmosfera e dopo averla studiata che si potrà valutare quanto il nuovo fratello della Terra sia ospitale per la vita.

Angelica Laminelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button