Cultura e Spettacoli

Pove, il Quintetto di Fiati sui sentieri della guerra

Va in scena domani pomeriggio, alle 16, a Casara Andreon di Campo Solagna di Pove del Grappa il programma musicale “Sui sentieri dei soldati del Grappa”, del Quintetto di Fiati. L’evento è inserito nel cartellone di Operaestate Festival, una rassegna estiva realizzata dal Comune di Bassano, in collaborazione con il Comune di Pove del Grappa, e sostenuto dalle aziende partner.

Il programma del pomeriggio prevede il Divertimento in Sib di Joseph Haydn, il Divertimento n. 14 di Wolfgang Amadeus Mozart, il Quintetto op. 56 n. 2 di Franz Danzi e, di Ferenc Farkas, le Antiche Danze Ungheresi.

“Casara Andreon – spiega una nota di presentazione dell’appuntamento – è stato luogo di guerra, ancora segnato da trincee, cunicoli e posti di osservazione. Un anfiteatro naturale nel silenzio, ideale luogo della memoria dove un gruppo di musicisti italiani e austriaci propone un programma che spazia tra il classicismo e il primo romanticismo fino alle radici della musica popolare ungherese”.

“Paesaggi musicali in un paesaggio che cento anni fa fu segnato da terribili suoni di guerra. Proiettili e bombe anonime, senza un volto da maledire prima dell’ultimo respiro. E aerei che scaricano tonnellate di esplosivo dal cielo e navi che sparano cannonate a centinaia di metri di distanza. Per contrastare la memoria di quei suoni sordi la scelta di far risuonare oggi la bellezza della musica, in onore di tutti coloro che per l’insensatezza dell’uomo un giorno hanno smesso di ascoltarla”.

Il Quintetto di fiati è composto dall’austriaco Stefan Dorfmayr, che suona il clarinetto dall’età di 8 anni, da Giorgio Bellò, bassanese, diplomato al Conservatorio di Castelfranco, dal marosticense Alessandro Simoni, diplomato in flauto al Conservatorio di Vicenza. Ancora, da Fabio Forgiarini, diplomato in corno al Conservatorio di Udine e da Andrea Martinella, che si è diplomato in oboe al Conservatorio di Udine e si è perfezionato all’accademia del Teatro Alla Scala.

Per raggiungere Casara Andreon, è possibile lasciare l’automobile in località Camposolagna, nell’area parcheggio del bivio con Col Campeggia e proseguire a piedi per circa 800 metri. L’ingresso è a pagamento, a 2 euro ed è obbligatoria la prenotazione alla Biglietteria Operaestate Festival, in via Vendramini, e al numero 0424524214.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button