Breaking News
Pfas, procedono i lavori sugli acquedotti

Pfas, Puppato: “Temi sanitari prioritari per il governo

“Gli 80 milioni messi a disposizione per sanare il territorio contaminato da Pfas sono un risultato eccezionale ottenuto grazie al lavoro della Commissione bicamerale sul ciclo dei rifiuti e alla forte volontà del Governo di intervenire tempestivamente sui temi che riguardano la sicurezza sanitaria e la qualità ambientale”. A parlare così è la senatrice veneta del Partito Demoratico Laura Puppato, per altro anche capogruppo Pd nella stessa Commissione.

“Fin da quando sono emerse le prime notizie – ha detto ancora Puppato – ho chiesto e ottenuto dalla commissione di attivarsi subito sul tema, ed è presto stato chiaro come il problema si potesse risolvere prima, qualora la Regione avesse verificato lo stato delle acque conseguente alle lavorazioni della zona vicentina. Si è invece dovuto attendere lo studio del Cnr richiesto dal ministero per rilevare la gravità dell’inquinamento nella zona. E’ chiaro che lo Stato ha bisogno di un interlocutore affidabile sul territorio, che ammetta i propri deficit e riconosca la quantità e celerità di un intervento governativo senza utilizzo delle istituzioni a fine politico, come già successo sui fondi dati al Veneto per gli eventi meteorologici avversi tra il 2013 e il 2015”.

“Come è noto – ha poi concluso la senatrice -, non basta richiedere i fondi per avere titolo ad ottenerli, ma serve un lavoro continuo e coordinato, come dimostra anche il caso di Ca’ Felissine, ancora al palo, nonostante le richieste trentennali. Solo ora si sblocca anche quella situazione. Credo che, da parte di tutti, serva maggiore cooperazione tra i livelli e non solo la ricerca di uno scontro continuo e inutile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *