Breaking News

Montecchio, tagliare i rami vicino alla ferrovia

Il Comune di Montecchio Maggiore ha emesso un’ordinanza nella quale di obbliga al taglio dei rami nelle proprietà private limitrofe alla ferrovia. Questo dopo una richiesta di Rete Ferroviaria Italiana, la quale ha fatto presente che “sempre più spesso si trova a fronteggiare emergenze dovute, in particolare, alla presenza di alberi isolati o aree boschive poste a distanza dal binario non conforme alle norme di legge”. I proprietari di piantagioni che si trovano in proprietà private o fondi confinanti con i binari sono dunque tenuti fare la manutenzione ordinaria e straordinaria, in modo da “ridurre il pericolo di caduta di alberi o di rami sulla sede ferroviaria, con i conseguenti pericoli per la circolazione dei treni”.

“La legge – spiega infatti il Comune di Montecchio maggiore – prevede il divieto, lungo i tracciati delle ferrovie di far crescere piante o siepi ad una distanza minore di sei metri dalla rotaia più vicina e che, se per gli alberi è previsto il raggiungimento di un’altezza massima superiore ai quattro metri, essi non potranno essere piantati ad una distanza dalla più vicina rotaia minore della misura dell’altezza massima raggiungibile aumentata di due metri”.

Il Comune informa dunque che “qualora in alcune proprietà non ci sia il rispetto delle distanze tra alberi e rotaie si potrà provvedere ad intervenire d’ufficio, come previsto dal Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, e che qualora si verificassero incidenti a causa di alberi posti a distanza non conformi alla norma i responsabili saranno denunciati all’autorità giudiziaria”.

“L’ordinanza – ha spiegato il sindaco, Milena Cecchetto, – è un provvedimento necessario per ricordare ai cittadini le disposizioni di legge e quindi per ridurre il rischio di incidenti ferroviari. L’invito è quello di prestare la massima attenzione soprattutto ai rami o agli alberi pericolanti e di intervenire tempestivamente al taglio”.

“Ne approfittiamo – ha aggiunto l’assessore al verde, Carlo Colalto, – per ricordare ai cittadini di prestare la massima cura anche nei confronti di alberi e arbusti sporgenti che confinano con le pubbliche vie, per evitare anche in questo caso il verificarsi di spiacevoli incidenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *