Altopiano di Asiago

Gallio, un test sugli isolati geografici dell’Altopiano

Domenica 7 agosto, dalle 8 alle 17, un team di ricercatori dell’Istituto malattie rare “Mauro Baschirotto” di Longare, sarà all’asilo di Stoccareddo, in occasione del decimo raduno internazionale dei Baù, per effettuare prelievi di sangue e visite specialistiche gratuite nell’ambito del progetto relativo agli isolati geografici dell’altopiano di Asiago.

“Da diversi anni – spiega una nota diramata in proposito – l’istituto Mauro Baschirotto si occupa anche di studi su popolazioni che hanno vissuto per molti secoli in modo isolato, come quelle dell’altopiano di Asiago, a partire da Stoccareddo, Sasso e Rotzo per poi continuare con altri come Roana, Foza, alla ricerca di fattori protettivi o predisponenti di determinate malattie. E’ noto infatti che la popolazione dei Baù, il cui ceppo proviene da Stoccareddo, frazione del comune di Gallio, sembra meno soggetta a malattie come il diabete, e ad alcune patologie cerebrovascolari”.

Coloro che hanno aderito allo studio, quasi tutti di cognome Baù, sono stati sottoposti a visite specialistiche, con raccolta di dati clinici relativi a pressione, misure antropometriche, stato di salute generale, terapie farmacologiche in atto, abitudini alimentari, prelievi di sangue per studi genetici ed esami biochimici, e raccolta delle urine. In questa nuova fase della ricerca, verranno effettuati anche esami audiometrici e della funzione gustativa.

“La data del 7 agosto – continua la nota – rappresenta, per coloro che ancora non hanno avuto modo di sottoporsi ai test medici, un’importante tappa per collaborare in modo concreto alla ricerca, donando anche la propria piccola goccia di sangue. La speranza è che il risultato di queste scoperte possa permettere di comprendere meglio le vie metaboliche del corpo umano e di contribuire alla scoperta di nuovi approcci terapeutici, facendo progredire le conoscenze medico scientifiche. Per informazioni si può telefonare al numero 0444 555557”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button