Sport

C’è Empoli-Vicenza, difficile turno di Tim Cup

“L’asticella sale, la partita è complessa e difficile. L’Empoli lo conosciamo tutti, cerchiamo di affrontare questo test nel miglior modo possibile. Abbiamo messo minutaggio nelle gambe, sempre maggiore, siamo fiduciosi di interpretare bene la gara. Vogliamo fare bella figura e cercheremo di fare il massimo, sapendo che giochiamo contro una signora squadra”.

Così il tecnico del Vicenza Calcio, Franco Lerda, alla vigilia di Empoli-Vicenza, terzo turno di Coppa Italia, con fischio d’inizio domani, sabato 13 agosto, alle 20.45, allo stadio Castellani della città toscana. Una partita difficile dunque, che vede i biancorossi confrontarsi con una squadra di serie A, nella quale dunque dovranno dare il massimo. Tra l’altro i veneti hanno ancora il problema di una infermeria affollata di giocatori importanti, come Giacomelli, Urso, D’Elia, Vita, Orlando.

“Siamo in un momento in cui – ha aggiunto il tecnico – cerchiamo di recuperare gli acciaccati, ma non vogliamo rischiare. Vita e Orlando, ad esempio, potevano essere a disposizione, ma la nostra priorità resta il campionato. Siega non ci sarà perché è squalificato. Sabato sarà un test diverso rispetto alla Casertana e cercheremo di fare bene. Quando affronti squadre di categoria superiore, è importante che chi scende in campo abbia l’atteggiamento giusto, anche perché è un palcoscenico importante”.

Quanto all’Empoli, Lerda ha ricordato che è una “squadra che, ormai da anni, gioca un calcio consolidato. L’allenatore è stato il secondo di Sarri e di Giampaolo, la filosofia è sempre la stessa e quindi mi aspetto che sarà confermato quello che di buono l’Empoli ha fatto nelle ultime stagioni. Sarà una partita difficile”.

Questi i convocati del Vicenza per il match del Castellani:

  • Portieri: Benussi, Dani
  • Difensori: Beduschi, Bianchi, Bogdan, Fontanini, Madrigali, Pinato, Pucino
  • Centrocampisti: Bellomo, Coulibaly, Rizzo, Signori
  • Attaccanti: Cernigoi, Di Piazza, Fabinho, Galano, Giusti, Raicevic

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button