Breaking News

Bilancio 2015 positivo per Agno Chiampo Ambiente

E’ un bilancio positivo quello del 2015, appena chiuso da Agno Chiampo Ambiente, l’azienda che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti per 22 comuni dell’ovest vicentino. L’assemblea dei soci ha infatti votato all’unanimità il rendiconto per l’anno passato, che si chiude con un utile di circa 760 mila euro e un patrimonio netto di 3,1 milioni. La stessa assemblea ha deliberato di non procedere alla divisione degli utili, ma di destinarli all’aumento della riserva straordinaria in vista di possibili fusioni con altre società.

“Una scelta, questa, improntata al buon senso – ha commentato il presidente di Agno Chiampo Ambiente, Alberto Carletti, – perché le nuove regole sulle gare europee per la gestione del ciclo dei rifiuti ci impongono di avere una società con un capitale importante, capace quindi di avere una posizione forte sul mercato. Anche quest’anno i dati di bilancio evidenziano che abbiamo una società sana ed è il sesto anno consecutivo che registriamo utili, dopo aver ereditato un’azienda che aveva i conti in rosso. Da sottolineare, inoltre, che il positivo risultato dell’esercizio 2015 è stato ottenuto senza aumentare la tariffa, che non tocchiamo dal 2010”.

I soci hanno dato il mandato di gestire in modo molto attento il budget 2016, nonostante sia appena stato sottoscritto l’accordo sindacale nazionale di revisione del contratto per il riconoscimento retroattivo ai dipendenti di un’una tantum per il periodo che va dal primo novembre 2015 al 31 luglio 2016, e dal primo agosto sia scattato il relativo aumento salariale.

Per quanto riguarda i dati sulla raccolta dei rifiuti, nel 2015 Agno Chiampo Ambiente ha raccolto quasi 63 mila tonnellate di rifiuti nei comuni serviti, per un bacino di oltre 176 mila abitanti, che producono 357 chilogrammi di rifiuti pro capite all’anno. La percentuale della raccolta differenziata continua a crescere e ha raggiunto il 67,55%, avvicinandosi al 76% indicato dalla Regione. Nello specifico sono state raccolte quasi 14 mila tonnellate di secco, oltre  11 mila di umido, 3 mila di ingombranti, oltre 6 mila di carta, 4 mila di plastica, 6 mila di vetro, 870 di ferro e 5 mila di verde.

Sul fronte invece delle attività di informazione e di educazione, nel corso dei primi mesi del 2016 Agno Chiampo Ambiente ha lanciato due iniziative volte ad informare sulla corretta differenziazione dei rifiuti e ad educare sui temi ambientali. Si tratta della nuova app gratuita per smartphone e tablet che consente di avere a disposizione news e informazioni sull’azienda, gli orari degli ecocentri, i giorni di raccolta dei rifiuti, le informazioni sulla corretta differenziazione e che permette pure di segnalare episodi di abbandono di rifiuti.

La seconda iniziativa è rivolta agli alunni delle scuole primarie. È il secondo capitolo a fumetti della storia di Paolino di Riciclandia, intolato “Paolino di Riciclandia: il ritorno di quelli di Lercio”. Il racconto vuole far capire ai bambini l’importanza di difendere l’ambiente in cui viviamo. Il fumetto verrà distribuito alle scuole del territorio in concomitanza con l’inizio del nuovo anno scolastico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *