Breaking News

Vicenza, prende forma il piazzale della stazione

Sono iniziati in questi giorni, a Vicenza, i lavori di riqualificazione del piazzale ovest della stazione ferroviaria a cura dell’assessorato comunale alla progettazione e sostenibilità urbana e in accordo con Centostazioni, del gruppo Ferrovie dello Stato. I due enti si occuperanno della completa sistemazione del piazzale, vera e propria porta di accesso alla città, che entro un anno avrà un nuovo aspetto, più gradevole ed organizzato. Il progetto è stato presentato oggi, sul posto, dall’assessore Antonio Dalla Pozza e da Giuseppe Brusamolin, responsabile per l’area nord est di Centostazioni. Presenti anche i progettisti, gli ingegneri Giovanni Crosara e Riccardo Ballerini.

“La stazione ferroviaria – ha ricordato Dalla Pozza -, da sempre una delle principali porte di accesso a Vicenza, è diventata ancora più importante dopo la decisione di mantenerla e implementarla con la fermata dell’alta capacità. La valorizzazione di questo luogo ha come finalità quella di ottimizzare gli spazi esistenti e di offrire un’immagine di bellezza utilizzando materiali di pregio e qualità. Per esempio, la tipologia della nuova pavimentazione nel piazzale ovest, il cui cantiere, iniziato tre giorni fa, si protrarrà per alcune settimane, renderà chiaramente percepibili le aree pedonali. Inoltre, le banchine saranno dotate anche di percorsi tattili”.

“Da alcuni mesi – ha aggiunto l’assessore – è stato completato l’intervento nel piazzale est adibito a parcheggio per le auto. Ora sono iniziati i lavori nel parcheggio ovest che ospiterà i mezzi del trasporto pubblico locale e i taxi. Poi sarà la volta del piazzale centrale che sarà completamente pedonale, progettato e realizzato da Centostazioni. Il Comune, dopo il piazzale est ed ovest, si occuperà anche del bicipark con un servizio di guardiania e ingresso con badge. Saranno sempre garantiti i percorsi ciclabili. L’intero progetto ha un valore di oltre 800 mila euro, comprensivi dei 150 mila euro per l’illuminazione a led”.

Il piazzale ovest, da anni adibito a capolinea degli autobus, a conclusione dei lavori ospiterà autobus e taxi. Durante il cantiere la fermata dell’autobus è stata spostata in viale Milano, accanto all’autostazione Svt. I capolinea sono attualmente in parte all’interno dell’autostazione, in parte lungo viale Roma. Il cantiere, a cura dell’impresa Carraro Giorgio Snc di Vo’ (Padova), avviato lunedì 11 luglio durerà 45 giorni. Grazie ad un ribasso d’asta del 6,707% il costo complessivo dell’opera è di 137.071, 91 euro, oneri per la sicurezza e iva compresi.

Verranno realizzate due corsie parallele all’edificio della stazione, una dedicata ai taxi, interna, l’altra dedicata ai bus, verso la strada. La nuova riorganizzazione renderà più funzionale l’utilizzo dello spazio, più ordinata l’area e più sicuro il passaggio pedonale. Saranno realizzate tre banchine destinate rispettivamente alle linee passanti degli autobus, ai capolinea e ai taxi, tutte dotate di pensiline d’attesa, con entrata e uscita dei mezzi attraverso un tratto di corsia preferenziale.

La prima parte della corsia preferenziale, in viale Milano, è stata già realizzata. I taxi, in particolare, si fermeranno nell’area più vicina all’uscita dei passeggeri dalla stazione, in modo da essere immediatamente individuabili dai clienti. Nessuna auto privata potrà più accedere a questo spazio, fatta eccezione per quelle che dovranno entrare nel parcheggio a pagamento. Nel tratto di viale Milano tra la stazione delle corriere Ftv e quella dei treni, inoltre, è prevista una riduzione della carreggiata a due corsie, in modo da ricavare anche due nuovi spazi per i capolinea degli autobus e rendere contemporaneamente meno problematico l’attraversamento della strada.

L’intervento consisterà nell’abbattimento delle cordonate stradali esistenti, della cartellonistica, demolendo i manufatti esistenti per ripensare completamente l’area e ottimizzare gli spazi. Verrà effettuato uno scavo su tutto il piazzale per realizzare una pavimentazione con una nuova rete di raccolta delle acque meteoriche, una nuova rete di illuminazione pubblica. Saranno predisposti dei percorsi tattili. Per rendere più spazioso il piazzale e consentire un adeguato spazio di manovra ai mezzi sarà necessario sostituire i vecchi pini marittimi, le cui radici creano anche notevoli problemi di sollevamento della pavimentazione, con essenze più adatte alle aiuole pubbliche. La nuova illuminazione sarà a led e verrà realizzata con stanziamento, a mutuo nel 2016, di 150 mila euro.

Per quanto riguarda il piazzale centrale, il progetto prevede la riqualificazione del piazzale prospiciente il fabbricato, in accordo con l’intervento di più ampio respiro, già avviato, che comporta la modifica dei flussi veicolari e la nuova definizione delle aree intermodali. L’intervento è concepito come occasione di abbattimento delle barriere architettoniche per la realizzazione di un percorso privo di ostacoli a collegamento delle diverse polarità dell’area oltre che di una nuova area pedonale, grazie alla riorganizzazione dei flussi e delle aree di sosta destinate allo scambio intermodale. L’intero spazio, in continuità altimetrica con il fabbricato di Stazione, sarà dotato di un nuovo impianto di smaltimento delle acque meteoriche, collegato alla rete Comunale.

La nuova pavimentazione dell’area, in coerenza con i materiali naturali e propri del contesto, sarà tutta in lastre di porfido modulari. All’interno dell’area pedonale una serie di tagli da trattare con materiale differente accoglierà nuove alberature e segnerà gli spazi dedicati alla sosta con elementi di arredo di tipo puntuale. Il nuovo percorso privo di ostacoli verrà segnalato con l’inserimento di codici tattili a terra e di mappe a targhette a descrizione dell’area. Con l’occasione gli ausili tattili esistenti all’interno del fabbricato viaggiatori e nelle aree limitrofe ad esso correlate, saranno modificati ed implementati, assieme alla segnaletica ed all’arredo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *