Breaking News

Vicenza, più controlli sugli autobus Svt

Controlli triplicati, sugli autobus Svt, a Vicenza, dall’introduzione della controlleria unificata. Secondo questo sistema, infatti, sulle linee più calde e più frequentate del trasporto pubblico, ci sono, in totale, venticinque controllori in servizio, suddivisi per turni. Per quanto riguarda i numeri, prendendo ad esempio il trasporto extraurbano nel mese di maggio, nel 2015 le verifiche effettuate sono state 154, per un totale di 3.784 passeggeri controllati e 69 sanzioni elevate. Nello stesso periodo del 2016, invece, le verifiche sono state 446, per un totale di 11.113 passeggeri controllati e 231 sanzioni elevate.

“La sicurezza – ha sottolineato il presidente Svt, Angelo Macchia – è una priorità della società del trasporto pubblico vicentino  e la controlleria unificata, uno dei primi atti concreti posti in essere, ha intensificato la presenza dei controllori quale deterrente ad azioni di disturbo, oltre che lotta all’evasione”.

“Per prevenire e punire episodi di minacce e aggressioni, come quelli capitati in passato, ai danni del personale Svt – ha proseguito Macchia – abbiamo anche stretto un accordo con la Civis, che mette a disposizione guardie giurate a presidio delle nostre stazioni. Se, poi non bastassero controllori e Civis a scoraggiare i teppistelli dei bus, un protocollo sottoscritto con la Questura garantisce il pronto intervento delle forze dell’ordine su nostra chiamata”.

Inoltre, la prassi di Svt di procedere con querela nei confronti degli autori di minacce ed aggressioni, oltre a dimostrare la solidarietà dell’azienda nei confronti dei suoi lavoratori, permette anche alla giustizia di fare il suo corso. Grazie alla querela di Svt, ad esempio, è stato possibile mettere fine al disturbo che una giovane gang di Schio creava a personale, utenti, ed anche all’intera comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *