Breaking News

Vicenza, firmato il contratto unico di lavoro di Vi.Abilità

Accordo raggiunto per i 94 dipendenti di Vi.Abilità Spa: dal primo ottobre 2016 entrerà in vigore per tutti il contratto unico aziendale, disciplinato dal contratto nazionale dei lavoratori degli enti locali. Con due risultati importanti: il primo è la salvaguardia dell’occupazione, il secondo un risparmio di spesa che, a regime, sarà di due milioni di euro, come richiesto dalla Provincia di Vicenza che di Vi.Abilità Spa è proprietaria al 95% (il rimanente 5% è di Veneto Strade).

L’accordo è stato sottoscritto dall’amministratore unico di Vi.Abilità, Cinzia Giaretta, e da tutte le organizzazioni sindacali che hanno partecipato ai lavori del tavolo tecnico (Cgil-Fp, Cisl-Fp, Uil-Fpl, Csa-Fiadel. Usb-Lp non ha materialmente firmato ma lo farà nei prossimi giorni). E’ stato approvato questa mattina dall’assemblea dei lavoratori ed è stato ratificato nel pomeriggio dal presidente della Provincia, Achille Variati, e dal direttore di Veneto Strade Giuseppe Franco.

“Tra gli obiettivi del piano – spiega una nota delal Provincia – c’è la riduzione strutturale dei costi, con particolare riferimento alla spesa per il personale, in coerenza con la struttura organizzativa dell’ente Provincia. In concreto: un risparmio di spesa di due milioni di euro entro il 2017, necessari per garantire la sopravvivenza della società alla luce della pesante riforma che ha interessato la Provincia e, di conseguenza, le sue partecipate. Le strade percorse sono state due: il contratto unico e la riorganizzazione evitando la duplicazione di figure professionali”.

“C’è inoltre ora – continua la nota – un unico contratto per le quattro tipologie finora esistenti (enti locali, aziende elettriche, concessioni autostradali e dirigenti), con il risultato di ristabilire una “pace sociale” finora messa in pericolo da disparità di trattamento dei lavoratori a parità di mansioni svolte. I valori economici sono stati equiparati a quelli in essere presso l’ente socio, quindi la Provincia. La gestione dei rapporti di lavoro è più razionale ed è migliorata la qualità stessa dei contratti. Quanto all’organigramma, i due dirigenti tecnici sono stati ridotti a uno, visto che il contratto di servizio ha un unico oggetto, e la direzione amministrativa è passata alle dipendenze dell’amministratore unico. A ciò si aggiungano i pensionamenti in programma fino al 2017 e il risultato dei 2milioni di euro di risparmio è raggiunto”.

“Ringrazio i dipendenti e i sindacati per il senso di responsabilità dimostrato – ha commentato Variati- e ringrazio la dottoressa Giaretta che in soli tre mesi, mettendoci passione e professionalità, è riuscita ad elaborare un piano di ristrutturazione che risponde alle esigenze sia dei lavoratori che della proprietà. Un risultato per nulla scontato, se si pensa che fino ad aprile era in vigore il contratto di solidarietà e gli scenari non erano rosei. C’era bisogno di una riorganizzazione, perché il rischio, serio, era di arrivare alla liquidazione dell’azienda. Oggi la firma dell’accordo dà un futuro e nuove prospettive: la macchina è efficace ed efficiente, conta su persone qualificate e capaci e sono certo che sia pronta per ingranare una marcia in più. Sempre che la Provincia superi la manovra finanziaria del 2017″.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *