Breaking News

Tonezza, PrimaNoi raccoglie firme contro i profughi

Torna di nuovo in piazza a Tonezza del Cimone, il Comitato PrimaNoi, con una raccolta di firme contro il centro d’accoglienza per i richiedenti asilo situato all’hotel Belvedere. Firme di cittadini, ma anche di turisti e di proprietari di seconde case, “esasperati – come hanno sottolineato il portavoce del comitato, Alex Cioni, e Luciano Dellai, referente per l’area di Tonezza – dalla presenza in paese dei sedicenti profughi”. Continuano, infatti, le situazioni di tensione che coinvolgono gli immigrati. L’ultima, in ordine di tempo, si è verificata in settimana, quando, nel centro del paese, una ragazza italo camerunense a passeggio con la sua bambina, è stata spintonata e minacciata da un paio di ospiti africani del centro di accoglienza.

Il giorno precedente, la ragazza aggredita era andata nel parchetto comunale con la figlia, mentre nel campo vicino un gruppo di richiedenti asilo stava giocando a pallone. “Mia figlia – ha raccontato la giovane –  voleva salire sullo scivolo, ma non ha potuto perché ai piedi della scala era sdraiato un profugo che dormiva, forse era ubriaco”.

“A quanto pare – spiega in una nota il comitato – la ragazza ha immortalato la situazione ed ha poi pubblicato le foto su Facebook. Una cosa che non deve essere piaciuta ai richiedenti asilo, se ha provocato questa loro reazione.

“Il clima generale in paese – hanno sottolineato Cioni e Dellai – è al limite della sopportazione. Ecco perché, anche domenica, dalle 9.30, continueremo con la raccolta di firme, che saranno poi consegnate al sindaco, Diego Dalla Via, assieme ad alcune richieste, tra le quali l’organizzazione di un’assemblea pubblica. Quella di domenica sarà anche un momento di socializzazione utile a vivere assieme il paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *