Breaking News

Thiene, torna il cinema all’aperto con “Cinestate”

Il ponte delle spie, Inside out, Star Wars-Il risveglio della forza, Revenant, Perfetti sconosciuti, Il viaggio di Arlo e Il caso spotligh. Sono solo alcuni dei trenta titoli di film previsti dal cartellone di “Cinestate 2016”, una rassegna estiva che, da quasi due decenni, viene organizzata a Thiene, nel parco di Villa Fabris.

Dall’8 al 21 agosto, dal giovedì alla domenica, ci sarà l’opportunità di assistere alle proiezioni di svariati titoli dell’ultima stagione cinematografica, dalla commedia ai film d’animazione per bambini e famiglie, dalle pellicole apprezzate da pubblico e critica a quelle straniere e poco conosciute. Un programma ricco e variegato, che può essere consultato a questa pagina.

La rassegna sarà aperta, venerdì 8, da “Oscar”, il terzo film del regista Dennis Dellai, un’opera corale, emozionante, una produzione low budget che nasce dalla passione di tutte le persone che hanno preso parte alla sua realizzazione. “La pellicola – spiega una nota di presentazione – racconta la storia di un giovane ebreo austriaco, al confino nell’alto vicentino assieme ai suoi familiari, che si conquista la simpatia della piccola comunità in cui vive, contagiando tutti con la passione per il jazz, musica proibita dal regime fascista. Ma dopo l’8 settembre e l’occupazione tedesca, Oscar e i suoi sono costretti a fuggire e a cercare la salvezza altrove”.

“È un onore – ha sottolineato lo sceneggiatore di Oscar, Giacomo Turbian – dare il via alla rassegna Cinestate, anche perché Progetto cinema, il gruppo che da dieci anni dà vita alle produzioni di Dellai, è nato a Thiene e proprio in città sono state girate alcune scene di questo film, come di quello precedente, Terre rosse, che è stato anche coprodotto dal comune thienese”.

Rilevante novità di questa edizione è il rinnovo delle apparecchiature di videoproiezione, con una spesa di 50 mila euro, dei quali 27 mila arrivati dalla Regione. “La digitalizzazione dell’arena del parco di Villa Fabris – ha spiegato l’assessore alla cultura, Maria Gabriella Strinati – porterà ad un miglioramento della visione, ad una maggiore luminosità e anche ad un potenziamento dell’audio, grazie al nuovo impianto con tre casse. Tutto questo permetterà di vivere l’emozione del cinema in una maniera ancora più completa”.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *