Breaking News

Tangenziale, Variati e Franco: “Soddisfatti per il risultato”

Come già riportato in un’altra pagina del giornale, Anas ha aggiudicato, in via definitiva, la gara per la predisposizione della progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori del primo stralcio della tangenziale di Vicenza. Si tratta della così detta Bretella, ovvero il tratto iniziale della futura tangenziale nord che servirà soprattutto per alleggerire il traffico sulla prima parte della strada Pasubio, in particolare quello che insiste su Costabissara ed a Vicenza sulla zona della rotatoria dell’Albera. Sarà il Consorzio Integra Soc. Coop, Consorzio Stabile Infrastrutture di Bologna ad occuparsi dell’intervento che si sviluppa appunto, tra Vicenza e Costabissara, con origine dalla tangenziale ovest di Vicenza, all’altezza del Villaggio del Sole, per terminare con un innesto sulla strada provinciale 46, in località Moracchino, sempre nel Comune di Vicenza.

“Una buona notizia – ha commentato il sindaco di Vicenza, Achille Variati – che ridà speranza a molti concittadini e non solo. Ora serviranno due mesi per la stipula del contratto, durante i quali decorreranno anche i 30 giorni entro i quali potranno essere presentati ricorsi. Poi il vincitore della gara avrà 90 giorni di tempo per la redazione del progetto esecutivo. Contiamo che la consegna dei lavori sarà il prossimo gennaio. A quel punto, come da bando, l’impresa avrà, al massimo, 720 giorni per portare a termine l’opera. Il Comune di Vicenza, quindi, dovrà ripensare a come sarà la Sp 46 del futuro: oggi strada di attraversamento, dominata dal traffico, soprattutto pesante, domani strada di cucitura tra i quartieri”.

“Anche il sindaco di Costabissara, Maria Cristina Franco, – spiega una nota diramata in proposito da Palazzo Trissino – ha espresso grande soddisfazione per il risultato, frutto della determinazione da parte dei due Comuni, tra i quali c’è sempre stata grande intesa, aggiungendo che il lavoro ora proseguirà verificando con Anas la realizzazione anche delle opere di mitigazione previste”.

Per quanto riguarda il tracciato di questa prima parte della tangenziale, che sarà a due corsie, una per ogni senso di marcia, si estenderà per circa 5,3 chilometri e presenterà due svincoli alle estremità, uno in viale del Sole e uno sulla Sp 46, e un viadotto, in corrispondenza dello svincolo di viale del Sole, suddiviso in quattro campate e lungo 116 metri. La strada si congiungerà con la provinciale 36 di Gambugliano, via Ambrosini e via Pian delle Maddalene mediante la realizzazione di due sottopassi (via Ambrosini e via Pian delle Maddalene) e la deviazione della provinciale 36 nella rotatoria di inizio lotto.

L’importo complessivo dell’investimento di questo primo stralcio ammonta a circa 87 milioni di euro. Ma l’appalto per la progettazione e per i lavori ha riguardato solo 45.941.000 euro, dei quali  più di tre milioni e mezzo non assoggettabili a ribasso d’asta, in quanto relativi a oneri per la sicurezza. Il vincitore si è aggiudicato la gara secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, grazie ad un ribasso del 31,33%.

“Nel rispetto delle procedure – ha precisato Variati, con riferimento alla graduatoria provvisoria di cui si aveva avuto notizia alcuni giorni fa – il presidente di Anas, Gianni Armani, mi ha spiegato che è consuetudine di Anas non fare comunicazioni ufficiali fino all’aggiudicazione definitiva, perché prima va fatta l’analisi delle cosiddette ‘offerte anomale’. Così, delle cinquantadue offerte arrivate, solo ventiquattro sono state sottoposte alla valutazione, che prende in considerazione quattro aspetti: il prezzo, il pregio tecnico, le caratteristiche ambientali, e la cantierizzazione e le fasi dei lavori”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *