Breaking News
Auto alle prese con un rally. Immagine d'archivio
Auto alle prese con un rally. Immagine d'archivio

Si scaldano i motori per il Rally Città di Schio

Torna, dopo quattro anni di sospensione, il Rally Città di Schio. La manifestazione, che conta una novantina di iscritti e che si svolgerà tra il 9 e il 10 luglio, sarà preceduta dalla presentazione dei concorrenti durante la serata di Miss Schio, in programma questa sera.

Per quanto riguarda, invece, il calendario vero e proprio dell’evento, il sabato sarà dedicato alle verifiche sportive e tecniche, a partire dalle 8.30, al PalaRomare, seguite dalle ricognizioni con vetture di serie, la partenza della prima vettura dal centro storico di Schio e fino al riordino notturno e alla ripresa il giorno successivo. Due le prove speciali da ripetere, rispettivamente, due e tre volte, per un totale di 35 km. L’arrivo finale a Schio è previsto per le 17 di domenica 10 luglio, seguito dalle premiazioni. Il tracciato passa per i comuni di Malo e San Vito di Leguzzano toccando anche Valdagno.

“Considero questo l’anno zero di una grande ripartenza – ha spiegato l’assessore allo sport, Aldo Munarini -. Tempo qualche anno e la manifestazione tornerà a riconsolidarsi a livello nazionale, con il coinvolgimento di un gran numero di attori: consigli di quartiere, popolazione, imprese locali, comuni limitrofi. È davvero una grande occasione di rilancio per il nostro territorio”

“Abbiamo anche in casa – ha continuato – personaggi importanti come Gigi Dall’Igna, e Vittorio Scafaggi, prestigiosi nel mondo dei motori a due ruote e che potrebbero diventare dare un ulteriore impulso alla promozione di queste attività nel nostro territorio”

“Desidero infine sottolineare un aspetto che ci sta molto a cuore – ha concluso Munarini – vale a dire quello dello svolgimento della manifestazione in piena sicurezza e senza impattare in modo disagevole con la popolazione residente. Questo significa che anche prima della gara vera e propria, le ricognizioni dovranno essere fatte nell’assoluto rispetto del codice della strada. Diversamente, e in questo abbiamo il pieno appoggio della Scuderia Pgs Rally, i responsabili di comportamenti non ligi alle regole saranno immediatamente squalificati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *