Breaking News

Schio, nuova sede per Apindustria Alto Vicentino

Nuova sede, a Schio, per Apindustria. Si trova in via Lago D’Orta a Schio, sopra l’ex centro dell’impiego, ed è uno “spazio stimolante di confronto e condivisione – spiega una nota dell’associazione di categoria della piccola e media impresa -, dove raccogliere idee e rilanciare nuove sfide per il futuro del mondo produttivo”. L’inaugurazione c’è stata lunedì scorso, ed a fare gli onori di casa è stato il presidente di Apindustria Alto Vicentino Stefano Brunello, appena rieletto per un secondo mandato.

“In uno scenario – ha commentato Brunello – ancora sotto tensione dal punto di vista economico, lo spirito combattivo dei nostri imprenditori è rimasto intatto, anche se eventi come la crisi di due importanti istituti di credito del nostro territorio si vedranno nel tempo. L’impresa manifatturiera vuole essere ancora protagonista, con il supporto di un’associazione chiamata a comprendere i cambiamenti per essere sempre più vicina a chi è da sempre testimone di valori, impegno e legame con il territorio. Ma anche per dare risposte nuove e adeguate, con una rinnovata azione di lobbying e servizi agli associati sempre più efficienti”.

Brunello ha quindi presentato il gruppo di lavoro che lo affiancherà per i prossimi quattro anni. E’ composto dagli imprenditori Giuliano Giaretta(Unic), Adriano Sella (Sechem), Marta Zordan (Zordan), Bruno Binotto (Eurogomma), Paolo Rizzato (Rizzato Inox) e Oscar Binotto (Binotto Studios). Al taglio del nastro hanno preso parte anche il presidente del Consiglio regionale del Veneto, Roberto Ciambetti, che ha espresso tutto il suo apprezzamento per il lavoro svolto dall’associazione delle imprese manifatturiere , il presidente regionale di Confimi Industria Veneto, William Beozzo, e il presidente provinciale di Apindustria Confimi Vicenza, Flavio Lorenzin.

La cerimonia inaugurale è stata seguita dallo spostamento in Villa Thiene, a Santorso, per il convegno “Risolviamo l’insoluto”, nel quale i vertici dirigenziali di Apindustria Confimi Vicenza si sono confrontati con la parlamentare Emanuele Prataviera, primo firmatario di una proposta di legge su insoluti e fisco che mira a favorire le imprese virtuose consentendo di non versare l’Iva e le relative imposte sui pagamenti inevasi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *