Breaking News
evasione fiscale

Nuova maxi evasione fiscale. Sequestro per 1,4 milioni

E’ stata la legislazione antimafia a permettere alla Guardia di Finanza di sequestrare beni per circa 1,4 milioni di euro ad un soggetto che viene definito “fiscalmente pericoloso”. L’operazione è stata chiamata “Iron cash” ed ha riguardato un personaggio noto agli investigatori come evasore seriale fin dagli anni ’90. Tutto questo, nei giorni scorsi, quando militari della Tenenza di Schio hanno dato esecuzione ad un decreto emesso dal Tribunale di Vicenza nel quale si disponeva il sequestro di due immobili ed una autovettura di lusso, per un valore appunto di 1,4 milioni di euro.

I beni sequestrati, formalmente intestati a due società italiane interamente controllate da due imprese di diritto elvetico, erano, in realtà, nella disponibilità di questa persona, abitualmente dedita alle frodi fiscali, rientrante nella categoria dei soggetti socialmente pericolosi. Compiute le indagini, i finanzieri scledensi hanno segnalato, alla Procura della Repubblica di Vicenza, l’esistenza dei presupposti per l’adozione di un provvedimento di sequestro.

“Valutata positivamente – spiega la Guardia di Finanza in una nota – dal sostituto procuratore Hans Roderich Blattner, la proposta è stata poi formalizzata al suddetto Tribunale. Le investigazioni hanno permesso di delineare la sussistenza dei due requisiti necessari per l’applicazione delle misure di prevenzione previste dalla legislazione antimafia: la pericolosità sociale del soggetto e l’ingente sproporzione tra gli esigui redditi dichiarati ed i beni di cui il soggetto aveva l’effettiva disponibilità”.

L’indagine era partita degli esiti di una verifica fiscale condotta nei confronti di una società operante nel settore del recupero dei rottami metallici, conclusasi con la constatazione di un’evasione d’imposta milionaria e la denuncia del relativo amministratore, già gravato da condanne per reati fiscali. Partendo da questi presupposti gli uomini della Tenenza di Schio hanno ricostruito un ingegnoso sistema di rapporti tra società nazionali ed estere, finalizzato a celare la reale titolarità di molti beni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *