Breaking News

No della Fials allo “scippo dell’ospedale di Valdagno”

Sulla spinosa questione della riorganizzazione dei servizi ospedalieri nell’ovest vicentino, con la soppressione del punto nascite di Valdagno, riceviamo e pubblichiamo questo intervento della segreteria generale del sindacato dei lavoratori della sanità Fials.

*****

Ora, d’urgenza, la direzione generale della Ulss 5 invita i sindacati, il giorno 25 luglio, alle 15, presso la sala riunioni, per discutere (anzi prendere atto) della riorganizzazione e ricollocazione “temporanea” delle attività ortopediche e ostetrico-ginecologiche.  In poche parole vogliono coinvolgerci sullo spostamento del personale e sulla chiusura di un servizio. Steremo a vedere! Caro direttore generale, perchè non ne abbiamo parlato prima?

“Non c’è alcun rischio di chiusura dell’ospedale di Valdagno” dice il direttore generale della Ulss 5, Giovanni Pavesi. Caro direttore, per come è stata condotta fin qui questa problemtica, è difficile, se non impossibile, prendere per buona la sua dichiarazione. E’ una chiara ed evidente pianificazione che non dà certezza, ne chiarezza.

Si sa che c’è in programma la costruzione di un nuovo ospedale, a Montecchio Maggiore, ma non si sa il perchè di questo intervento di ordine edilizio? Non si capisce perchè non vengano posti a regime con le opportune migliorie, se servono, gli attuali esistenti. La Fials ringrazia intanto il sindaco di Valdagno e coloro i quali si stanno battendo per salvare un servizio utile alla popolazione e i relativi posti di lavoro. Anche la Fials c’è. A fianco dei lavoratori a fianco della gente.

Fials – Segreteria Provinciale di Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *