Breaking News

“Dire, fare, pensare”, progetto per 2000 studenti

Notevole successo per il progetto “Dire, fare e pensare”, promosso da Confartigianato Vicenza, con il contributo della Camera di commercio e del Comune, per il capoluogo, che si è svolto durante l’anno scolastico appena concluso e che ha avuto lo scopo di avvicinare insegnanti e alunni alla manualità creativa attraverso laboratori e progetti speciali per le scuole di ogni ordine e grado.

Per quanto riguarda il bilancio di questa edizione, sono stati 49 i progetti e i laboratori realizzati, in altrettante scuole di Vicenza e provincia, per un totale di più di duemila studenti coinvolti, dai più piccoli della scuola dell’infanzia, fino agli studenti delle superiori. Particolare attenzione è stata rivolta ai laboratori per le scuole medie, con un intento orientativo, svolti in collaborazione con Engim Veneto Cfp Patronato Leone XIII di Vicenza, e alla sezione speciale “Fablab”, indirizzata verso le nuove tecnologie, grazie alla collaborazione degli imprenditori dell’Ict rappresentati dal Gruppo 100100 Confartigianato.

Alcune scuole medie, infatti, hanno svolto dei laboratori di meccanica e meccatronica, altre hanno partecipato a un laboratorio di Robotica usando i kit Lego WeDo e sperimentando i linguaggi di programmazione informatica. Ancora, altre classi hanno realizzato un percorso sulla manifattura digitale, con prove di stampa 3D e progettazione in collaborazione con MegaHub di Schio.

Sono anche aumentate le richieste per progetti in scuole superiori, spinte dall’opportunità di far rientrare i laboratori di “Dire, Fare e Pensare” nell’attività di alternanza scuola lavoro. Dalla realizzazione di dvd a quella di pannelli per ricreare un ambiente, dall’iniziativa “Adotta un’aula” all’approfondimento delle tecniche figurative dell’incisione d’arte, come litografia e puntasecca, fino al “laboratorio di arte relazionale”, le idee non sono certo mancate. Inoltre, sono stati realizzati tre laboratori per insegnanti, quindici progetti speciali e ventisei laboratori in classe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *