Breaking News

Comune di Arzignano, per la Cub i dirigenti sono troppi

Da Maria Teresa, del sindacto autonomo Cub pubblico impiego, riceviamo e pubblichiamo.

*****

Al Comune di Arzignano, unico in tutta la provincia, ci sono cinque dirigenti pagati per organizzare 104 dipendenti: quindi in media c’è un dirigente ogni 21 dipendenti. Tra questi cinque, tre sono di ruolo e due invece hanno ottenuto l’incarico su nomina fiduciaria del Sindaco e sono stati collocati uno ai lavori pubblici e uno all’urbanistica. Cinque dirigenti costano al Comune di Arzignano oltre mezzo milione di euro l’anno. Oltre a ciò al Comune di Arzignano si è pensato di incrementare ulteriormente l’aspetto direzionale e organizzativo individuando ben 14 funzionari con incarico di capo ufficio o comunque in posizione organizzativa. Quindi oltre ai 5 dirigenti, altri 14 funzionari si occupano di organizzare gli uffici.

Ci chiediamo: in quale altra azienda pubblica o privata si arriva a spendere tanto per mantenere un apparato direzionale tanto generoso? Tutto ciò rappresenta uno spreco di risorse pubbliche in un momento in cui i vari ministri della nostra Repubblica stanno tagliando in modo lineare la pubblica amministrazione. Perché questa miopia gestionale da parte dell’amministrazione di Arzignano? Perché più di 100 mila euro sono sottratti al fondo del salario accessorio di tutti i lavoratori per pagare 14 posizioni organizzative?

Queste sono le domande che la parte sindacale e la RSU hanno posto al tavolo di trattativa: già perché lo scippo del fondo salario accessorio avvenuto con una certa spregiudicatezza, azzera qualsiasi altra forma incentivante del personale rimanente; i lavoratori del comune di Arzignano, nel corso di un recente referendum interno, si sono espressi chiaramente per una riduzione degli incarichi di responsabilità al fine di poter finanziare al restante personale una minima progressione di carriera. In tempi di vacche magre i tagli devono partire dall’alto. L’amministrazione al momento tace. La Cub invece è sul piede di guerra.

Maria Teresa Turetta  – Cub pubblico impiego Vicenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *