Breaking News
I vigili del fuoco rimuovono la pesante lastra di cemento che ha ucciso il muratore
I vigili del fuoco rimuovono la pesante lastra di cemento che ha ucciso il muratore

Arzignano, crolla un muro e un giovane muratore muore

Martedì 12 luglio – Ennesimo incidente sul lavoro nel vicentino. E’ accaduto quest’oggi, ad Arzignano, nel tardo pomeriggio, poco dopo le 18, ultimo di una lunga serie e purtroppo, questa volta, mortale dato che è costato la vita ad un giovane muratore, di appena 23 anni, Filippo Campagnolo, di Loria, nel trevigiano. Come si sa, nel settore dell’edilizia incidenti come questo sono purtroppo piuttosto frequenti. Il giovane stava lavorando in un cantiere, come dipendente di una ditta incaricata di alcuni lavori di ristrutturazione in un fabbricato, in via Dal Molin, ad Arzignano appunto, quando, per cause ancora in fase di accertamento, è crollata una parte di muro, piuttosto ampia, che lo ha travolto.

Il 23 enne muratore è rimasto schiacciato sotto le pesanti macerie, un grosso pannello di cemento, ed a nulla sono valsi i soccorsi pur tempestivi. Già i suoi stessi colleghi avevano provato ad estrarlo da sotto le macerie e soccorrerlo. E’ stato comunque poi compito dei vigili del fuoco tirar fuori il giovane da sotto il muro crollato. Sul posto sono subito arrivati anche i sanitari del Suem 118 che si sono prodigati a lungo nel tentativo di rianimarlo. Ogni sforzo però è stato inutile e lo sfortunato muratore è spirato sul luogo stesso dell’incidente. Presenti infine, per i rilievi del caso, anche i carabinieri ed i tecnici dello Spisal che dovranno ricostruire quanto è successo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *