Breaking News
Filippo Lama - (Foto: Luigi De Frenza)
Filippo Lama - (Foto: Luigi De Frenza)

Vicenza, tornano i “Notturni palladiani” con la Oto

Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza protagonista, da martedì 7 giugno, della seconda edizione dei “Notturni palladiani”, rassegna musicale estiva ospitata nel cortile di Palazzo Barbarano, in città, in Contrà Porti. L’edizione 2016 dei notturni, realizzata in collaborazione con Palladio Museum e Cisa Andrea Palladio, prevede cinque appuntamenti con la musica sotto le stelle, nei quali i migliori musicisti della Oto si presenteranno in formazione di piccola orchestra (dai 13 ai 16 elementi) composta da soli archi o soli fiati.

Si comincia dunque martedì, alle 21, con una serata riservato agli archi, con Filippo Lama che suonerà nel ruolo di violino concertatore. Il programma prevede in apertura la Sinfonia n. 10 in si minore di Mendelssohn, una delle dodici piccole sinfonie per archi che il musicista compose quando aveva fra gli 11 e i 14 anni. Sarà poi la volta della Serenata op. 20 di Edward Elgar, compositore molto popolare nel Regno Unito, e delle due “Melodie elegiache” op. 34 di Grieg, piccoli capolavori di trasognante bellezza. La serata si chiude con la Simple Simphony che Benjamin Britten compose nel 1934 quando aveva 21 anni e che contribuì a farlo conoscere in tutto il mondo.

I “Notturni palladiani” proseguiranno poi giovedì 23 giugno con l’ensemble di fiati, il 14 luglio di nuovo con gli archi diretti da Filippo Lama, il 25 agosto con una serata dedicata ai percussionisti della Oto e giovedì primo settembre con un programma per soli fiati ambientato nel novecento. I biglietti sono disponibili presso l’Orchestra del Teatro Olimpico (telefono 0444 326598, e-mail: segreteria@orchestraolimpico.it) ed il Palladio Museum di Contrà Porti 11 (telefono 0444323014).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *