martedì , 19 Ottobre 2021
Roberto Antonello
Roberto Antonello

Vicenza, nuovo direttore al Conservatorio Pedrollo

Nuovo direttore in arrivo al Conservatorio Arrigo Pedrollo di Vicenza. Sarà il trevigiano Roberto Antonello, docente di organo, che ha prevalso su un’altro trevigiano, l’ex direttore Paolo Troncon. Entrerà ufficialmente in carica dal primo novembre 2016 e lo rimarrà per tre anni. Diplomato in organo e composizione organistica (con lode), in musica corale e direzione di coro, laureato in discipline della musica all’università di Bologna col massimo dei voti, Antonello ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti in concorsi nazionali e internazionali, tra il 1987 e il 2000, tra i quali il secondo premio di Interpretazione al diciassettesimo Grand Prix de Chartres, unico italiano finalista nei 43 anni di storia del concorso.

Ha suonato, ed è regolarmente invitato, nei maggiori festival organistici in Italia ed in vari Paesi del mondo. Ha registrato, in cd, brani del romanticismo tedesco, l’integrale per organo di Franck (prima registrazione integrale in Italia), di Giulio Viozzi, oltre a brani dell’età risorgimentale e di autori contemporanei.  Attivo come musicologo, ha curato le edizioni dei Vespri di San Ignacio, la Misa a San Ignacio (Ed. Pizzicato) di Domenico Zipoli e Principia seu Elementa ad bene Pulsandum Organum et Cimbalum (Ed. Missions Prokur – Armelin), provenienti dalle Riduzioni gesuitiche in Sud America del diciottesimo secolo.

Ha inoltre composto vari brani tra cui Triosonata per organo, Via Crucis per organo e voce recitante (con proiezioni) e ha realizzato la trascrizione per organo a quattro mani di Pierino e il lupo di Prokofiev (Ed. Ricordi). Ha tenuto corsi e seminari su molti aspetti della letteratura organistica e dell’interpretazione.  Dal 1994, a seguito di concorso nazionale a cattedre per esami e titoli, è docente di Organo e Composizione organistica ed insegna al Conservatorio Pedrollo di Vicenza.

E’ anche co-direttore artistico del Festival organistico internazionale “Città di Treviso e della Marca trevigiana”, per il cui conto ha curato l’allestimento di stagioni concertistiche, corsi, concorsi, pubblicazioni a stampa e discografiche, ed infine è membro del del Board dei Direttori Artistici di Echo (European cities of historical organs, www.echo-organs.org), anche con ruolo di project leader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità