Vicenzavicenzareport

Variati: “Ottimi spunti dalla consultazione sulla Tav”

“Dai risultati del sondaggio e del questionario emerge che i vicentini hanno un buon grado di conoscenza del progetto e valutano in maniera positiva la possibilità di una fermata dell’alta capacità/alta velocità, a Vicenza. L’ipotesi che prediligono, poi, è quella adesso sostenuta dalla giunta, che prevede il mantenimento della stazione in viale Roma e una possibile fermata in zona Fiera”. Sono queste le parole con le quali il sindaco di Vicenza, Achille Variati, ha commentato i risultati della consultazione popolare sul passaggio della Tav in città, che sono stati presentati questa mattina a palazzo Trissino. In generale, dunque, il parere di Variati è positivo e conferma quando detto, a caldo, appena conclusa la consultazione, nonostante fosse emerso che solo 545 vicentini avevano compilato il questionario online.

Ma facciamo un passo indietro per inquadrare la faccenda. La consultazione popolare ha avuto come obiettivo quello di sondare la posizione dei cittadini rispetto ai due scenari possibili per il passaggio in città dell’alta capacità alta velocità e, per questo, sono stati usati due strumenti: un sondaggio telefonico su un campione di 600 cittadini maggiorenni, svolto, su incarico del Comune, da Ipsos, e un questionario on line, al quale avevano libero accesso tutti residenti a Vicenza con più di 16 anni. Come detto, questo è compilato da 545 vicentini. Chiusa la parentesi, si può ora fare una panoramica sui risultati. Per conoscerli, nel dettaglio, è possibile consultare questa pagina

“La scelta dell’amministrazione – ha spiegato Variati – di informare la cittadinanza pubblicando tutti i documenti sul sito, con le assemblee pubbliche e con il confronto con i portatori di interessi, è stata giusta. Solo il 12% di chi è stato contattato al telefono ha dichiarato di non sapere nulla del progetto, mentre l’88% ha affermato di conoscerlo. Scendendo più nel dettaglio di quest’ultimo aspetto, il 32% ha risposto di averne sentito parlare, il 42% di conoscere i contenuti principali della proposta e il 14% di conoscere i dettagli”.

“Un altro dato significativo – ha proseguito Variati – riguarda il giudizio sulla possibilità che Vicenza abbia una fermata ferroviaria ac/av. Per il 71% dei partecipanti alla consultazione, tra sondaggio e questionario il giudizio sul progetto è positivo”. Quanto invece al parere negativo sulla fermata in città della Tav, è stato espresso dal 27% degli intervistati e dal 29% di chi ha compilato il questionario on line.

Infine, il confronto tra le due ipotesi possibili. Un’ampia maggioranza ha concordato con il parere della giunta, che, qualche giorno prima dell’inizio della consultazione, si era espressa in favore del mantenimento della stazione in viale Roma, con una possibile fermata aggiuntiva in zona Fiera. Poche le preferenze per la scelta progettuale che prevede la realizzazione di due nuove stazioni, una in zona Fiera e una a Borgo Berga. La parola, per il voto definitivo, passerà ora al consiglio comunale, che si riunirà il 30 giugno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button