Provinciavicenzareport

Valdagno, in 10 mila per difendere il punto nascite

Quasi 10 mila persone hanno preso parte, sabato mattina, alla manifestazione organizzata a Valdagno, per protestare contro la soppressione del punto nascite dell’ospedale San Lorenzo. Da piazza del Comune e piazza Roma, il corteo ha attraversato le vie IV Novembre, Colombo e Galilei, per raggiungere il presidio installato, da inizio giugno, in piazzale Caliari.

“Giovani, anziani, famiglie e lavoratori – ha sottolineato il segretario generale Fp Cgil Vicenza, Giancarlo Puggioni – hanno manifestato assieme, contro la chiusura del punto nascite, rivendicando il diritto alla salute, messo in discussione dai tagli di risorse decisi dal governo e dalla Regione Veneto”.

“I lavoratori dell’ospedale di Valdagno – ha continuato -, insieme ai colleghi di tutta la sanità, chiedono maggiore attenzione e rispetto, vogliono lavorare in sicurezza e chiedono un’organizzazione dei servizi e dei reparti che guardi ai bisogni dei pazienti, più che ai conti dei ragionieri. La sanità deve essere governata garantendo ai cittadini servizi funzionali a rispondere  ai bisogni con strumentazioni e personale adeguati e qualificati”.

“La conferenza dei sindaci e la direzione dell’Ulss 5 – ha poi concluso Puggioni – devono ascoltare i cittadini ed i lavoratori anche della vallata e della montagna, che non possono essere tagliati fuori e penalizzati”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button