Provinciavicenzareport

Tonezza, PrimaNoi in piazza contro i profughi

Il Comitato PrimaNoi è tornato, domenica mattina, a Tonezza del Cimone, in Piazzetta Lucio Battisti, dopo il blitz del 25 aprile all’Hotel Palace quando manifestò il proprio dissenso contro il possibile arrivo di altri richiedenti asilo, poi scongiurato per sopraggiunti problemi di agibilità della struttura alberghiera da anni abbandonata.

“Abbiamo promosso un gazebo informativo – ha spiegato Luciano Dellai, tra promotori dell’iniziativa -, per aprire un confronto, ed abbiamo distribuito un volantino con delle precise richieste al sindaco Dalla Via. Alla nostra iniziativa hanno partecipato oltre cento tonezziani, esasperati per gli 80 giovani africani già presenti all’hotel Belvedere. Vogliamo che il sindaco organizzi un’assemblea pubblica e che ci garantisca che non arriveranno altri sedicenti profughi in un paese di poco più di 400 abitanti e a vocazione turistica”.

L’iniziativa si ripeterà anche nelle prossime domeniche, per “tenere il fiato sul collo delle istituzioni comunali e prefettizie – assicurano gli uomini di PrimaNoi – proseguendo il percorso, iniziato un anno fa, di fermo contrasto alle politiche di accoglienza voluta dal governo e attuate dai prefetti con la complicità di cooperative e privati cittadini, questi ultimi attirati non da uno spirito caritatevole ma dai facili guadagni”.

“In assenza di risposte concrete – ha aggiunto Alex Cioni -i cittadini devono fare rete tra loro, alzando la voce finché si è in tempo, altrimenti gli effetti negativi della presenza di soggetti estranei alle piccole realtà di montagna, come accade a Tonezza, rischiano di incancrenirsi e di non trovare una facile e veloce soluzione”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button