lunedì , 20 Settembre 2021

Thiene, comitato del no al crematorio soddisfatto

“Abbiamo appreso con gioia che l’amministrazione comunale di Thiene ha archiviato il progetto di realizzazione del forno crematorio in città. Apprezziamo il fatto che il sindaco abbia preso in considerazione i gravi rischi derivanti dal progetto, facendo una scelta opportuna e responsabile. Si è inoltre preso atto che la Regione Lombardia ha stabilito che questi impianti debbano sorgere ad una distanza di almeno 500 metri da asili, scuole e altri siti sensibili, ritenendo utile assumere questa regola come linea guida anche per territori come il nostro, dove ancora il problema non è stato affrontato”.

Inizia così una sorta di nota di ringraziamento diffusa oggi dal Comitato mamme per la salute, di Thiene, nato proprio in opposizione al progetto di costruzione a Thiene di questo crematorio, progetto che è stato ora messo da parte. Il comitato, merita ricordarlo, si era organizzato in tempi piuttosto rapidi ma facendosi subitoi sentire, in particolare in occasione di un incontro molto partecipato, a fine maggio.

Ed ora è il tempo, per i suoi membri, di esprimere tutta la loro soddisfazione. “E’ stata riconosciuta – scrivono ancora nella nota – la mancanza di una indagine ambientale di base sulla qualità dell’aria, prima di realizzare un tale progetto, viste le molte criticità già esistenti. Siamo felici che la nostra iniziativa sia stata raccolta da tanti concittadini e che l’informazione capillare abbia raggiunto un così grande numero di persone, creando una opinione pubblica condivisa sulle conseguenze che la costruzione di un forno crematorio avrebbe avuto sui thienesi, sull’ambiente e soprattutto sui bambini”.

“Ringraziamo – continuano – Giovanni Fazio, medico e membro della associazione Cillsa (Cittadini per il lavoro, la legalità, la salute e l’ambiente) e vicepresidente provinciale dell’associazione dei medici per l’ambiente (Isde), per il sostegno alla nostra iniziativa e per il suo apporto scientifico. Ringraziamo anche Medicina democratica e l’avvocato Edoardo Bortolotto, che hanno sorretto la nostra iniziativa pubblica”.

“Siamo soddisfatte del risultato raggiunto – concludono le mamme del comitato thienese -, riteniamo l’esito di questa vicenda un successo dei cittadini, intervenuti come cittadinanza attiva, dando sostegno e partecipazione ad un piccolo gruppo di mamme e di persone di buona volontà, che si è mobilitato in difesa dei bambini e della salute di tutti.  Ci auguriamo che l’impegno civile dimostrato dalla cittadinanza, al di fuori di interessi di parte e di contaminazioni partitiche, possa essere di esempio per il futuro”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità