domenica , 12 Settembre 2021
L'impianto di depurazione “Repubblica”, che serve la rete fognaria della zona industriale di Sandrigo
L'impianto di depurazione “Repubblica”, che serve la rete fognaria della zona industriale di Sandrigo

Sandrigo, sarà dismesso il depuratore “Repubblica”

Sono iniziati, nei giorni scorsi, a Sandrigo, i lavori per la dismissione dell’impianto di depurazione “Repubblica”,  al servizio della rete fognaria della zona industriale sandricense. L’intervento, che si è reso necessario visti i limiti che caratterizzano la struttura, garantirà migliori standard di depurazione, grazie alla realizzazione di una nuova condotta per portare i reflui al depuratore di via Alberetto. Il progetto, per il quale è previsto un investimento di 150 mila euro, prevede circa sei mesi di lavori. Nella primavera del 2017, dopo l’assestamento degli scavi, sarà infine realizzato il tappeto d’usura lungo i tratti di strada interessati dall’intervento.

“L’impianto Repubblica – spiega una nota diramata in proposito – presenta carenze dal punto di vista idraulico e anche per quanto riguarda l’abbattimento del carico organico tali che necessiterebbe di importanti lavori di ristrutturazione e di revisione del processo, così da garantirne il corretto funzionamento, nel rispetto dei limiti imposti dalla normativa vigente. Per questo Acque Vicentine ha deciso di procedere alla sua dismissione”.

“Il progetto prevede la realizzazione, all’interno dell’area del depuratore, di uno sfioratore di piena che intercetterà i deflussi provenienti dalla rete mista, separando le acque reflue da quelle di origine meteorica. Queste ultime, dopo un adeguato passaggio in un comparto di trattamento con dissabbiatore, verranno immesse nel torrente Astico. Le acque nere verranno invece convogliate, grazie ad un impianto di sollevamento e tramite una nuova condotta, all’attuale rete presente in viale Repubblica e da qui all’impianto di Sandrigo”.

“Garantire la qualità dell’acqua che restituiamo all’ambiente – ha sottolineato il presidente di Acque Vicentine, Angelo Guzzo – è uno dei nostri compiti prioritari. Questo intervento, richiesto anche dall’amministrazione comunale, si inserisce nel programma di dismissione dei piccoli impianti di trattamento, diventati inadeguati e sottodimensionati, con l’obiettivo di centralizzare la depurazione nelle strutture più moderne, in grado di garantire maggiore affidabilità del processo depurativo e della qualità degli scarichi, oltre che minori costi di gestione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità