domenica , 17 Ottobre 2021
Recoaro ed il suo Stabilimento termale - Foto: Lucamenini (creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.en)
Lo stabilimento termale di Recoaro in una immagine d'archivio - Foto: Lucamenini (CC 3.0)

E’ vicina l’apertura delle terme di Recoaro

Inizierà sabato 18, a Recoaro, la progressiva apertura delle terme, che dovrebbe poi terminare, con l’avvio dell’attività di tutti i reparti, lunedì 20. Da lunedì, infatti, il nuovo gestore, vale a dire la neo costituita società Recoaro Benessere Terme srl, sarà fisicamente sul campo, nel compendio termale recoarese, per la preparazione e il rodaggio di impianti e strutture. Questo è quanto ha assicurato, al vicepresidente della giunta regionale, Gianluca Forcolin, e all’amministrazione comunale di Recoaro, il liquidatore unico di Svec spa, Luigino Tremonti, in risposta alle preoccupazioni circa i problemi di natura burocratica che hanno ritardato l’evasione degli adempimenti necessari a concludere il passaggio di consegne alla società che si è aggiudicata la gestione del compendio termale.

“Nella stessa comunicazione – ha sottolineato Forcolin – viene espressa la previsione che si potrà aprire la sala mescite durante il week end, per le prime cure idropiniche, per poi estendere l’apertura a tutti i reparti nella giornata di lunedì 20 giugno”. Secondo programma, martedì 14 cominceranno colloqui di selezione del personale e nei giorni successivi si inizieranno ad assumere le maestranze necessarie. Direttore sanitario e personale medico sono già stati individuati.

“Forcolin – si legge in una nota diramata in proposito dalla Regione -, prendendo atto che a breve il nuovo gestore informerà di persona le autorità locali sui contenuti sulle caratteristiche del progetto per il rilancio delle terme di Recoaro, conferma le rassicurazioni del liquidatore unico che in queste settimane si è lavorato con costanza per pervenire, quanto prima, al passaggio gestionale e che è attuale preoccupazione ed interesse di tutte le parti coinvolte nella vicenda superare in maniera rapida l’attuale fase di stallo e dare così, finalmente, il via all’attività delle terme con nuove prospettive di sviluppo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità