Breaking News

Giustizia, in Veneto servono nuove assunzioni

“Il Tribunale di Vicenza, mandato avanti dagli alpini, che spostano faldoni, e dai detenuti, che li scannerizzano. E’ questa la soluzione dello Stato per rispondere alla chiusura del tribunale di Bassano, le cui pratiche passeranno a Vicenza? Se fosse una barzelletta farebbe davvero ridere, invece è l’incredibile realtà della giustizia in Veneto. Se Vicenza è il caso limite, Venezia, Verona e Treviso non stanno meglio. Alla faccia di uno dei fondamenti della democrazia e della Costituzione”.

Con queste parole il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, riassume la grave situazione di carenza degli organici che sta investendo il settore della giustizia della nostra Regione ed esprime preoccupazione e sconcerto per l’inerzia di Roma. Una carenza di personale che sta rallentando le risposte del sistema giudiziario a cittadini ed imprese, per le quali i tempi della giustizia costituiscono un elemento di competitività. Nel mezzo, l’allarme del Csm e richieste d’aiuto dei responsabili delle diverse sedi.

“In questo quadro – ha sottolineato Zaia – il Veneto sta pagando con un record negativo la mancanza di risposte dello Stato. A Vicenza, ad esempio, il rapporto tra abitanti e magistrati è meno della metà della media italiana, uno ogni 23 mila cittadini. La Corte d’appello di Venezia, come hanno testimoniato i responsabili degli uffici, si occupa di quasi 5 milioni di abitanti, con un amministrativo ogni 15.500. In Calabria, invece, il rapporto è di un amministrativo ogni 2.450 abitanti, il che dimostra anche un pauroso squilibrio territoriale. Profondo rosso anche per i giudici: il Veneto dovrebbe averne 746, invece ce ne sono 415. Sono numeri da paralisi”.

“Le promesse governative di nuove assunzioni – ha aggiunto – si susseguono, ma non si concretizzano. Nel vicentino e in tutta la Pedemontana veneta, con la chiusura di Bassano, che erogava giustizia civile con tempi più che dimezzati rispetto a tutte le medie, è stato creato un nero, al quale giunta e consiglio regionale, Province di Vicenza, Padova e Treviso, numerosi Comuni e associazioni di categoria hanno risposto con la proposta di creare la circoscrizione del Tribunale della Pedemontana Veneta. Risposte? Nessuna. Intanto rivolgo un grazie agli Alpini e ai carcerati”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *