Vicenzavicenzareport

Comitato Ferrovieri: “Un flop la consultazione Tav”

Dopo i commenti a caldo del sindaco di Vicenza, Achille Variati,  riportati in un’altra pagina del giornale, sull’appena terminata consultazione popolare, promossa dal Comune, che aveva per oggetto le modalità di passaggio della linea dell’Alta velocità/Alta capacità ferroviaria in città, anche il Comitato popolare dei Ferrovieri ha espresso alcune considerazioni. Si tratta di un parere di segno contrario rispetto a quello dell’amministrazione comunale, su un sondaggio che viene così definito un grande flop.

“Con circa 500 persone che hanno partecipato al sondaggio online – scrive in una nota diramata il proposito il Comitato popolare dei Ferrovieri -, la consultazione è stata flop clamoroso, scontato già in partenza. Senza un percorso di informazione e di partecipazione dei cittadini e senza il coinvolgimento dei quartieri, infatti, era evidente che questo sarebbe stato il risultato. Inoltre, sia la modalità sia la forma di questa pseudo consultazione ne hanno favorito una partecipazione così bassa. Non si può chiedere ai cittadini di scegliere dove collocare la futura stazione, senza discutere del problema di fondo, cioè se la Tav serve oppure no, e senza illustrare quali siano gli elementi di impatto sul territorio. Votare su decisioni già prese in altre sedi, è una presa in giro che serve per giustificare la marcia indietro rispetto allo studio De Stavola, sostenuto a gran voce per più di un anno e mezzo”.

“Non va poi dimenticato che questa operazione è costata alle casse comunali, cioè a noi cittadini, 11 mila euro. Una bella cifra in tempi di crisi, per un sondaggio inutile e farsesco. Come Comitato, assieme ad altri comitati e associazioni abbiamo indetto un’assemblea pubblica per martedì 14 giugno alle 20.30 alla Circoscrizione 7 dei Ferrovieri, alla quale invitiamo a partecipare tutti i consiglieri comunali, di maggioranza e di opposizione. Come cittadini, vogliamo sentire le loro opinioni e le loro tesi sul progetto che a fine mese dovranno votare in Consiglio Comunale. Contiamo sulla loro presenza perché riteniamo che prima di prendere una decisione così importante per la città debbano renderne conto ai cittadini che li hanno eletti”.

“Ieri – conclude la nota – abbiamo attaccato alcuni striscioni sul cavalcavia Ferreto de Ferreti, ai Ferrovieri, con l’invito a partecipare all’assemblea pubblica e alla manifestazione di giovedì 23 giugno, alle 20.30, con partenza dall’anfiteatro di Via Baracca. Il progetto della linea Av/Ac, infatti, prevede la posa di nuovi binari nel quartiere dei Ferrovieri ma anche la costruzione di una nuova strada a ridosso delle case e di un maxi ponte a sei campate, che ha già creato qualche critica nella stessa maggioranza. Non ci stiamo a vedere sconvolta la città, con anni di cantieri, per una grande opera che serve a soddisfare appetiti che hanno già causato danni al territorio e ai suoi abitanti”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button