sabato , 11 Settembre 2021

Il Talian e l’emigrazione veneta alla Bertoliana

Sarà presentato giovedì 23 giugno, a  Vicenza, alle 18, presso la sala convegni della Biblioteca civica Bertoliana, a Palazzo Cordellina, il progetto dal titolo “Cantando in Talian”, relativo al patrimonio comune della emigrazione italiana verso le Americhe. Verranno, in particolare, presentati due libri: “Scoprendo il talian. Viaggio di sola andata per la Mèrica” e  “Cantando in talian. Imparar el talian cola mùsica”, entrambi di Giorgia Milazzo, docente, traduttrice, scrittrice e giornalista che, oltre a molti articoli su giornali e riviste specializzate in Italia e all’estero, ha dato alle stampe varie pubblicazioni.

Il primo dei due libri racconta la storia dell’emigrazione veneta a partire dal 1870 fino ai giorni di oggi, tramite il lascito dei ricordi, delle tradizioni e delle musiche. Un viaggio alla scoperta delle comunità oriunde che permette di conoscere storie e racconti di vita. Il secondo libro invece è arricchito da un audio musicale ed è un progetto di valorizzazione linguistica per avvicinarsi all’idioma oriundo nato dalla fusione dei dialetti veneti attraverso l’utilizzo della musica degli emigranti. L’evento sarà accompagnato da video originali sugli emigranti nelle Americhe, da fotografie storiche da musiche dei nostri oriundi.

Per quanto riguarda il progetto Cantando in Talian nel suo complesso, “è soprattutto – spiega una nota della Biblioteca Bertoliana” una ricerca storica e accademica dell’eredità culturale e sociale del popolo oriundo nelle nuove terre di stabilizzazione. La tradizione, gli usi e i costumi, le musiche, e soprattutto la lingua, diventano ancora oggi il filo conduttore ideale tra le fasi di migrazione dei decenni 1880-1950 e le nuove generazioni di discendenti. Il progetto si sviluppa attraverso un percorso professionale, svoltosi tra Italia e Brasile con interventi e attività di docenza presso università, pubbliche amministrazioni, associazioni culturali, in particolare negli stati del Rio Grande do Sul, Santa Catarina, Paranà, Minas Gerais, Espirito Santo e San Paolo.

“Questo approccio ha permesso di creare una collaborazione attiva e un sentito interesse visto che, ancor oggi, la lingua oriunda veneta è parlata da quasi due milioni di italo brasiliani e risulta essere un legame vivo, utile per rafforzare le relazioni socio culturali con le comunità locali e le istituzioni. Si tratta di un viaggio di sola andata verso nuove opportunità, ma denso di sacrifici e difficoltà che segnano e trasformano l’immaginario di chi con una valigia di cartone e tanto coraggio ha lasciato la propria terra con la speranza di un futuro migliore”.

La diffusione e la presentazione del progetto è iniziata tre anni fa, attraverso un percorso di incontri e corsi sulla lingua e cultura taliana che ha coinvolto televisioni, giornali, radio, scuole, associazioni e amministrazioni, nel sud del Brasile e in Italia, in particolare in Veneto, Trentino, Friuli e Lombardia. Sono stati effettuati anche due importanti tour in Brasile, con conferenze e corsi rivolti ad adulti e anche bambini delle scuole primarie e secondarie. L’ingresso all’evento è libero. Per informazioni: consuenza.bertoliana@comune.vicenza.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità