lunedì , 25 Ottobre 2021

Vicenza, Confindustria in assemblea nella Basilica

Rischio Brexit, crisi dei Brics, elezioni in America e scenari geopolitici nel bacino del Mediterraneo tra Libia, Egitto, Turchia e Medioriente. Sono solo alcuni dei temi che saranno approfonditi durante l’assemblea generale di Confindustria Vicenza, programmata per lunedì 20 giugno nella Basilica Palladiana. Ad una parte privata, alle 16.30, riservata alle aziende associate, seguirà, alle 18, una parte pubblica, dal titolo “Il settimo continente”, nel corso della quale si parlerà del mondo di oggi e di domani, di quelle aree che formano una sorta di settimo continente virtuale. Una parte di mondo caratterizzata da incertezza, un gigantesco punto di domanda, in attesa di risposte e di soluzioni.

“Un’assemblea – spiega una nota di presentazione diramata dall’associazione di rappresentanza delle imprese manifatturiere e di servizi – per cercare chiavi di lettura dei fatti, dei problemi, delle tensioni ma anche delle speranze di cambiamento”.

La premessa dalla quale parte questo evento è che otto anni di crisi hanno lasciato in eredità un mondo cambiato e mercati instabili. “La Cina – continua la presentazione – ha rallentato la crescita, il Brasile ha segnato il peggior risultato, dal 1990, in termini di Pil, la Russia è in crisi per il calo dei prezzi delle materie prime energetiche, la Turchia è sotto la pressione del terrorismo e dell’emergenza migratoria, la Libia è un paese disgregato, l’Iran si apre solo ora a nuove prospettive di commercio mondiale, l’Egitto è un partner importante ma con forti criticità, più in generale il mondo arabo e mediorientale è in perenne instabilità geopolitica”.

Ma scenari incerti arrivano anche dalla crisi di identità dell’Europa, alle prese con il referendum britannico e, quindi, con il rischio Brexit e dall’incapacità di trovare risposte comuni e condivise all’emergenza immigrazione. Le speranze di ripresa globale guardano agli Stati Uniti e alle prossime elezioni presidenziali.

“Il settimo continente” prevederà gli interventi del direttore di Limes ed esperto di scenari geopolitici, Lucio Caracciolo, del sottosegretario agli affari esteri e cooperazione internazionale, Benedetto Della Vedova e del deputy chairman Rothschild Group, Paolo Scaroni. Ancora, del consigliere scientifico dell’Istituto affari internazionali, Stefano Silvestri, e dell’ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti, Armando Varricchio. Concluderà il pomeriggio, l’intervento del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità