lunedì , 25 Ottobre 2021

A Montegalda dopo il giro del mondo in bicicletta

Ha fatto il giro del mondo in bicicletta attraversando 35 Paesi, cinque continenti e dormendo, dormendo in tenda o a casa di persone che lo hanno ospitato. Mercoledì 29 giugno Marco Invernizzi, appassionato cicloturista milanese, arriverà nel vicentino, più precisamente a Montegalda, dove farà tappa all’agriturismo Villa Feriani prima di partire per la volata finale che, passando da Verona, lo porterà di ritorno a casa.

Ad accoglierlo nell’agriturismo di Montegalda, nel pomeriggio, ci sarà la titolare e presidente di Agriturist Vicenza, Giulia Lovati Cottini, insieme ad alcuni componenti di Agricycle Veneto, la rete di Agriturist e Confagricoltura Veneto che riunisce gli agriturismi specializzati in servizi per cicloturisti. Sarà presente anche il vicesindaco di Montegalda, Alessandro Campagnaro, in rappresentanza dell’amministrazione comunale.

“Daremo il benvenuto a Marco Invernizzi – spiega Giulia Lovati Cottini – con i prodotti tipici dei nostri agriturismi berici, perché siamo onorati di avere nostro ospite un giovane cicloturista che per un anno ha affrontato situazioni meteo e geografiche anche molto difficili, pedalando per 40 mila chilometri in solitaria. Marco Invernizzi rappresenta il turista ideale per la nostra rete: curioso, amante dei viaggi slow, alla scoperta di angoli naturalistici che ben si prestano ad essere vissuti e visitati in bicicletta. Il cicloturismo per le nostre strutture è un settore molto importante, in continua crescita e con una potenzialità a livello nazionale di 3,2 miliardi di euro di fatturato annui. E il nostro territorio ben si presta a questo genere di turismo: in Veneto ci sono oltre mille chilometri di pista tabellate e anche la provincia di Vicenza offre percorsi ciclabili vari e suggestivi”.

“Siamo lieti di accogliere Marco Invernizzi – ha poi aggiunto il vicesindaco di Montegalda – e partecipiamo con grande interesse a iniziative come questa, che danno valore aggiunto al nostro territorio, particolarmente vocato al cicloturismo. Di recente abbiamo arricchito il Parco Fluviale del Bacchiglione con un itinerario ciclopedonale che collega i Comuni di Montegaldella, Montegalda e Longare. Una nuova opportunità per godere e conoscere gli angoli più suggestivi del nostro bellissimo paesaggio berico”.

Marco Invernizzi, 29 anni, pubblicitario di Veggiano, ha iniziato il suo giro del mondo il 19 luglio 2015, pedalando fino a 190 chilometri al giorno con il freddo e con il caldo, attraversando le Alpi e i Pirenei, il deserto peruviano e le Ande, le spiagge assolate del Sudafrica e i territori immensi della Cina. Si è servito dell’aereo per sorvolare gli oceani, partendo dall’Europa per arrivare negli Stati Uniti, quindi dal Sudamerica all’Australia. Di lì è volato in Cina, quindi in Africa e infine in Turchia. Attraverso i Balcani è tornato quindi verso casa, arrivando in Italia alcuni giorni fa”.

“Il sogno di girare il mondo in bicicletta mi perseguitava da troppo tempo – racconta Marco sulla sua pagina Facebook, seguita da oltre 11 mila fan -. Ho deciso di rompere gli indugi anche grazie alla mia attività in proprio, che mi ha permesso di gestire tutto tramite Internet e il computer. Il mio viaggio si è alla fine trasformato in un’impresa basata sulla fratellanza e sull’ aiuto del prossimo: ho ricevuto veramente un inaspettato affetto dalle persone, che mi hanno aiutato al massimo delle loro possibilità. La bicicletta è il modo migliore per spostarsi alla giusta velocità, riuscendo a vedere tutto quello che c’è in mezzo alla partenza e all’arrivo. Ed è questo il vero viaggio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità