Breaking News

Vicenza, un incontro su “Una democrazia possibile”

“Una democrazia possibile. Politica e territorio nell’Italia contemporanea”, è questo il titolo del libro che sarà presentato domani, a Vicenza, alle 18.30, nella saletta Zavatteri, al piano terra della Basilica palladiana, in piazza dei Signori. Organizzato da Avviso Pubblico con la collaborazione del Comune di Vicenza, l’incontro vedrà la partecipazione dello stesso autore, Marco Almagisti, politologo e docente di Scienza politica all’università di Padova, che dialogherà con Giovanni Diamanti, consulente marketing politico Quorum, già consigliere comunale a Vicenza. Coordina l’evento il consigliere comunale Raffaele Colombara, referente di Avviso Pubblico per il Comune di Vicenza.

“Siamo alla Terza Repubblica e i problemi della Prima sono ancora là – spiega una nota degli organizzatori -, se possibile aggravati anche per effetto della crisi economica che sta caratterizzando i nostri anni. L’Italia, in particolare, deve affrontare le conseguenze di una crisi politica che venti anni fa ha fatto naufragare un intero sistema partitico, evento pressoché unico fra le democrazie consolidate. Le aspettative di rinnovamento che si erano create nei primi anni novanta sono andate deluse, e oggi appaiono sulla scena protagonisti che tesaurizzano lo scontento sedimentato in questi anni.

“Gli avvenimenti ai quali stiamo assistendo in questi mesi – si legge ancora nella nota -, che toccano pesantemente la nostra realtà locale, mettono in evidenza come i comportamenti non corretti della classe dirigente e di chi ha responsabilità nella cosa pubblica siano tra le cause della scarsa fiducia che c’è tra la gente verso le istituzioni. Se la nostra democrazia non se la passa molto bene, è dovuto anche a questo. Come Avviso Pubblico abbiamo voluto dare l’opportunità di affrontare la questione della legalità da un punto di vista diverso”.

L’incontro è ad ingresso libero. L’associazione Avviso Pubblico. Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, è nata nel 1996 per collegare ed organizzare gli amministratori pubblici che concretamente si impegnano a promuovere la cultura della legalità democratica nella politica. Oggi conta più di 300 soci tra enti locali di ogni livello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *