Breaking News

Vicenza, nuovi autografi per la mostra “Signa”

Qualche giorno fa, in un’altra pagina del giornale, avevamo comunicato la proroga, fino al 29 maggio, della mostra “Signa. Da Michelangelo a Montale: storie dagli autografi della Bertoliana”. Una rassegna composta da documenti autografi di personaggi illustri, da Palladio a Michelangelo, da Leopardi a Montale, che è stata inaugurata dalla biblioteca Bertoliana di Vicenza lo scorso 21 aprile. E’ invece di oggi, la notizia che questa esposizione, organizzata a Palazzo Cordellina, si è arricchita di cinque nuovi documenti, provenienti da una donazione di Alberto Lembo, parlamentare vicentino.

Nel dettaglio, la donazione è composta da un decreto di concessione, datato 1924 e firmato da Vittorio Emanuele III e da Armando Diaz, per la proroga di aspettativa ad un tenente medico, dal decreto di rimozione dal grado di un tenente di fanteria di complemento firmato dallo stesso Vittorio Emanuele III e da Benito Mussolini nel 1927. Ancora, dall’arruolamento di un sottotenente sopranumerario nel reggimento provinciale di Ivrea, emesso il 3 maggio 1792 da Vittorio Amedeo III di Savoia, sovrano del Regno di Sardegna, e, infine, da un brevetto di nomina a sostituto procuratore generale, emesso nel 1833 da Carlo Alberto di Savoia.

Lembo ha già depositato in biblioteca gran parte del suo archivio personale, comprendente materiali relativi alla sua trentennale attività politica e culturale. Si tratta di documenti che riguardano la militanza politica, le cariche ricoperte, da consigliere comunale, di Lonigo, e provinciale, di Vicenza, fino all’elezione alla Camera dei deputati. C’è anche un archivio che documenta la collaborazione con riviste, soprattutto di carattere storico araldico o cavalleresco. Di recente sono stati infine consegnati materiali delle commissioni speciali per il cerimoniale diplomatico della Repubblica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *