Breaking News
Vicenza - Loggia del Capitaniato

Vicenza, Fondazione Roi in Consiglio comunale?

Diventa ogni giorno più scottante a Vicenza il legame tra la Fondazione Roi e la Banca Popolare di Vicenza. E si fanno insistenti anche le richieste di chiarezza rivolte al Comune, ad esempio quelle di vari consiglieri comunali, a cominciare dal gruppo del Movimento 5 Stelle. Anche il Partito Democratico era intervenuto, nei giorni scorsi chiedendo un cambio di passo, un rinnovamento. Un segnale positivo comunque questo, sebbene anche criticato, ad esempio, dalla pentastellata  Liliana Zaltron che aveva parlato di un intervento tardivo e generico.

Liliana Zaltron
Liliana Zaltron

“Non ci sembra – scrive la Zaltron in una nota – che, in ambito finanziario, la Fondazione si sia dimostrata all’altezza dei capitali che gestiva. Dai dati pubblicati è infatti emerso che il patrimonio della Fondazione era investito, per una parte significativa, in una sola società, Banca Popolare di Vicenza, non quotata”.

“C’è inoltre – continua – un altro fatto importante da sottolineare: la direttrice dei Musei Civici, Maria Elisa Avagnina, è stata membro del Cda della Fondazione Roi da prima di maggio 2009, data della morte del marchese Roi, fino ad agosto 2013, data del suo pensionamento, quindi in anni significativi per questa vicenda. In marzo abbiamo presentato in Comune una interrogazione, alla quale abbiamo avuto risposta solo parziale. Stiamo aspettando e speriamo che le risposte arrivino nel minor tempo e con la maggiore chiarezza possibile”.

Risposte parziali dunque, ed è per questo che arriva ora la richiesta di discutere la questione nel prossimo Consiglio comunale di Vicenza, in calendario per domani, 10 maggio. La fanno 5 consiglieri, Daniele Ferrarin, Liliana Zaltron, Sabrina Bastianello, Gioia Baggio e Roberto Cattaneo, prendendo le mosse soprattutto da recenti dichiarazioni rilasciate alla stampa dal vicesindaco Bulgarini D’Elci, che “dopo un periodo di prolungato silenzio – scrivono nella loro richiesta di dibattito urgente -, giustificato da considerazioni contraddittorie, ha chiesto un cambio dell’intera governance della Fondazione Roi”.

“Si è anche diffusa la notizia – si legge ancora nel documento dei cinque consiglieri comunali – che un cambio sia voluto da gran parte dei consiglieri di maggioranza ed opposizione”. Considerando quindi che il Comune di Vicenza ha un rappresentante all’interno del Cda della fondazione, il professor Villa, direttore scientifico della Pinacoteca di Palazzo Chireicati, il cui compenso è pagato dalla stessa Fondazione Roi, i consiglieri chiedono che il tema della situazione della Fondazione Roi venga dibattuto nella prossima seduta consiliare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *