Breaking News

“Umoristi a Marostica”, ecco i vincitori

Sarà inaugurata alle 17 di sabato 21 maggio, nella sale del Castello inferiore di Marostica, la mostra della 47esima edizione del Concorso internazionale “Umoristi a Marostica”, uno dei primi concorsi di grafica umoristica che si è imposto a livello internazionale e che, negli anni, ha avuto il riconoscimento di molti professionisti del settore. La mostra, ospitata nelle sale espositive del Castello Inferiore, sarà visitabile, ad ingresso libero, fino al 12 giugno. Il “Pane”, con tutte le sue implicazioni sociali e spirituali, è stato il tema dell’edizione 2016, sul quale si sono confrontati 281 autori, con 603 disegni, provenienti da 54 paesi, dall’Argentina, all’Uzbekistan, dall’Australia alla Finlandia, dalle Filippine alla Giordania, dagli USA alla Cina.

Il Concorso, promosso dall’assessorato alla cultura del Comune e dal Gruppo “Umoristi a Marostica”, presieduto da Cinzia Battistello, ha premiato per il Grand Prix Internazionale Scacchiera 2016, il brasiliano Junior Lopes. Il premio speciale “Marco Sartore” è andato all’italiana Maria Grazia Quaranta, “Gio”, mentre il premio speciale “Sandro Carlesso” è stato conferito a Petry and Crisan (Romania). Ancora, il premio internazionale Umoristi a Marostica delle opere finaliste è stato invece assegnato, pari merito, a Slawomir  Luczynski (Polonia), Ricardo Ferreira (Portogallo), Olesky Kustovsky (Ucraina), Marco Spadari (Italia), Seyran Caferli  (Azerbaijan).

La manifestazione è arricchita inoltre dalla collaborazione del “Messaggero dei Ragazzi”, le cui pagine e copertine, negli anni, hanno ospitato disegni di grandi illustratori, che hanno spesso partecipato al concorso di Marostica. La rivista, edita dai frati del Santo, ha raggiunto il traguardo delle mille pubblicazioni, un’occasione per festeggiare non solo a Padova, ma anche a Marostica, con uno spazio della mostra dedicato alle copertine più significative. Per finire, il salone d’autore, tradizionalmente riservato a celebri illustratori, sarà dedicato a due artisti spagnoli di origine colombiana, Turcios Omar Figueroa e Adriana Mosquera.

“È stupefacente – ha commentato l’assessore alla cultura, Serena Vivian – come il concorso sia sempre un momento di riflessione importante per la comunità culturale e come l’immagine di copertina del catalogo si traduca in un’opera iconica, spesso destinata a rimanere nella memoria dei cittadini. In 47 anni di storia, il concorso è infatti entrato nella quotidianità delle persone, abituate ad associare ad un’immagine significativa un tema fondamentale della contemporaneità, affrontato in modo sintetico ed efficace. È la potenza dell’arte della grafica, ma anche l’alto livello qualitativo di questa rassegna che per il podio dei premiati ma, in linea generale, anche per tutti gli iscritti, ha sempre contenuto visioni e tratti universali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *