Breaking News

Tav, tutto tace. Quale destino per Vicenza Est?

Il paziente è morto! Non si parla minimamente del progetto Alta velocità ferroviaria a Vicenza (pardon, dello studio di fattibilità), che coinvolgerà la zona est della nostra città. Forse è una zona poco interessante, ma forse i problemi sono più grandi di quel che si vuol dare a vedere. Gli abbattimenti non riguardano la nostra amministrazione, è un problema del privato cittadino. Nella tanto decantata comparazione è stata forse considerata, non dico calcolata, la spesa per affrontare il disagio di tutti quei cittadini che si vedranno abbattute le case?

Non è stato considerato il consumo di territorio conseguente agli abbattimenti o vogliamo mettere i nostri cittadini in un “campi profughi”? Le comparazioni redatte da Reti ferroviarie italiane (Rfi) erano intitolate “attraversamento della città di Vicenza”, ma vogliamo una buona volta parlare di questo attraversamento o vogliamo nasconderci dietro una foglia di fico? E’ stato considerato, a proposito di spreco di territorio, lo spostamento dell’acquedotto Euganeo Berico che costeggia la ferrovia? No lo si può certo coprire col sedime ferroviario.

Che ne sarà della scuola materna “Battilana” della Stanga? Vogliamo che i nostri bambini convivano (a pochi metri) con una Tav, o come dir si voglia? Chiediamo siano adottate tutte le necessarie misure di sicurezza per garantire la salute dei “nostri bambini”! In vista del “sondaggio” da parte dell’amministrazione, noi cittadini della zona est di Vicenza chiediamo più informazioni, puntuali e precise, su quello che avverrà nella nostra zona. Non accettiamo assolutamente di firmare una cambiale in bianco all’attuale amministrazione.

Facciamo un appello a tutti i consiglieri comunali e ai politici della città e della zona affinché esprimano un loro parere in merito ad una problematica così importante per il futuro della città e dei suoi cittadini. Fate sentire la vostra voce!

Alessandro Fracasso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *