Montecchio, nomade fermata grazie al Targa system

Anche se aveva l’obbligo di dimora in un comune del bresciano, si trovava a Montecchio Maggiore. La protagonista è una nomade senza fissa dimora, S.S. le sue iniziali, e la sua “trasferta” non autorizzata è stata accertata ieri mattina, grazie ai nuovi varchi elettronici attivi a ridosso della città. Verso le nove, infatti, le telecamere targa system in via Battaglia, hanno immortalato la targa della Ford Fiesta guidata dalla donna, scoprendo che il veicolo non era assicurato. Una pattuglia della polizia locale dei Castelli ha fermato la nomade 25enne, che non aveva documenti.

Dal controllo nella banca dati interforze, è emerso che S.S., pluripregiudicata per reati contro il patrimonio, che in passato aveva trascorso dei periodi in carcere, attualmente, come detto, avrebbe dovuto rispettare un obbligo di dimora in un comune bresciano, su ordine dei giudici di Venezia. Oltre a questo è stato scoperto che, a suo carico pendeva pure un provvedimento di rintraccio da parte della polizia stradale della Lombardia, riguardante la convalida del sequestro di alcuni arnesi da scasso.

Fotosegnalata in Comando, alla giovane è stato notificato il provvedimento e, dopo aver informato il magistrato di turno, è stata rilasciata. Ora la violazione all’obbligo di dimora sarà segnalata al Tribunale di Venezia e alla Procura di Vicenza per gli eventuali provvedimenti che il giudice vorrà emettere, mentre l’auto è stata sequestrata.

“È la dimostrazione – ha commentato il sindaco di Montecchio, Milena Cecchetto – che i controlli ai varchi della città funzionano e permettono di individuare non solo chi non è in regola con assicurazione e revisione, ma anche chi ha trascorsi giudiziari ben più pesanti alle spalle. Ora spero che la Magistratura non vanifichi il lavoro che ogni giorno la polizia locale svolge a tutela del nostro territorio e prenda i dovuti provvedimenti per far sì che questo soggetto non sia più libero di girare a piacimento per le nostre città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *